Amarcord 2015. Berlinguer: «La scuola paritaria è pubblica. Basta contrapposizione»

Rimini. Luigi Berlinguer è tornato al Meeting dopo quasi vent’anni. La prima volta era stata nel 1997, quando era ancora ministro dell’Istruzione del primo governo Prodi. Padre della legge 62/2000 sulla parità scolastica, non ne può più del «solito, stucchevole stanco ritornello che contrappone pubblico e privato»…

“La Costituzione Italiana garantisce in modo fondamentale il diritto all’istruzione pubblica (e quindi statale e paritaria)”, ha dichiarato il ministro [Valeria Fedeli]

[a parte il ritardo, non è così: 1) la Costituzione garantisce il diritto all’istruzione; 2) “pubblica (e quindi statale e paritaria)” è una estrapolazione di comodo, la Costituzione è antecedente alla legge 62/2000.]

——-

Fedeli ha chiamato a presiedere il tavolo sul costo standard proprio l’ex ministro dell’Istruzione, Luigi Berlinguer.

https://www.tecnicadellascuola.it/fedeli-apre-al-costo-standard-alfieri-un-passaggio-storico

+++++++

Amarcord 2015. Berlinguer: «La scuola paritaria è pubblica. Basta con la solita, stanca e stucchevole contrapposizione»

Luigi Berlinguer, ex ministro dell’Istruzione e autore della legge 62/2000 sulla parità scolastica, ha spiegato la sua scuola ideale al Meeting di Rimini

di Leone Grotti – 25 agosto 2015

berlinguer-meeting5

 

Rimini. Luigi Berlinguer è tornato al Meeting dopo quasi vent’anni. La prima volta era stata nel 1997, quando era ancora ministro dell’Istruzione del primo governo Prodi. Padre della legge 62/2000 sulla parità scolastica, non ne può più del «solito, stucchevole stanco ritornello che contrappone pubblico e privato».

«SCUOLA PARITARIA È PUBBLICA». «La scuola è sempre pubblica, perché alleva delle creature», spiega al Meeting. «L’ossessione che nel nostro paese divide le due realtà è ormai vecchia come il cucco: scuola paritaria e pubblica sono la stessa cosa. Ormai è arrivato il momento di parlare dell’apprendimento, di come sollecitare la curiosità degli studenti, di come lasciare libere tutte le scuole di sviluppare le proprie potenzialità. Dibattere ancora di scuola dell’obbligo, come se l’aula fosse una prigione, non va più bene. La parola giusta è: stimolo».

«C’È BISOGNO DI TUTTI». L’ex ministro è intervenuto dopo la docente di Pedagogia all’Università Bicocca di Milano, Susanna Mantovani, che parlando della scuola dell’infanzia ha sottolineato come «ci sia bisogno di tutti i gestori di scuole. La scuola è a corto di risorse e allora c’è bisogno di impiegarle bene, sfruttando l’apporto che pubblico e privato possono dare. La collaborazione tra scuole paritarie, comunali e statali permette di massimizzare le risorse. Non conta chi sono i gestori, ma se offrono una scuola di qualità, accessibile a tutti e rispettosa di chiunque. Nella sfida educativa, abbiamo bisogno di tutti».

«LAVORO È SAPERE». Dopo aver ascoltato l’esperienza di Reggio Children, raccontata da Claudia Giudici, Berlinguer ha delineato le caratteristiche della scuola che vorrebbe: «Una scuola senza mura e senza banchi, dove non c’è spazio solo per la registrazione del sapere. Una scuola dove il lavoro non venga più considerato come qualcosa di estraneo alla cultura, ma come una forma di sapere. Una scuola senza un orario fisso e sempre uguale, aperta tutto il giorno, non solo la mattina».
Tutte queste misure, spiega l’ex ministro concludendo l’incontro “Scuola: statale o paritaria, purché sia migliore”, deve prenderle la politica, «ma il Parlamento non deve solo fare leggi nuove, deve anche verificare che quelle vecchie vengano applicate».

(http://www.tempi.it/berlinguer-la-scuola-paritaria-e-pubblica-basta-con-la-solita-stanca-e-stucchevole-contrapposizione#.WiOiLVXibIU)

+++++++

Biografia ufficiale di Luigi Berlinguer

(http://www.luigiberlinguer.eu/biografia/)

+++++++

Legge 10 marzo 2000, n. 62

http://www.edscuola.it/archivio/norme/leggi/ddlpar3.html

+++++++

Scheda sulla parità scolastica e sui finanziamenti pubblici alle scuole private

https://www.comune.bologna.it/iperbole/coscost/irc/scheda_parita.pdf

+++++++

Articolo del Direttore Generale dell’USR per l’Emilia-Romagna, Stefano Versari

Le scuole non statali in venti domande*

http://istruzioneer.it/wp-content/uploads/2016/12/Le-scuole-non-statali-in-venti-domande.pdf

+++++++

Parità scolastica: Cnsc, «non pienamente garantita libertà di scelta educativa. Urgente attuare legge 62/2000»

http://www.toscanaoggi.it/Cultura-Societa/Parita-scolastica-Cnsc-Urgente-attuare-legge-62-2000

+++++++

Per scuola privata si intende una scuola non amministrata dallo Stato. Queste hanno totale libertà circa materie e insegnanti.

Una scuola privata paritaria può rilasciare titoli equivalenti ai diplomi rilasciati dalla scuola statale purché si attenga ai programmi del Ministero dell’Istruzione.

Le rette pagate dagli studenti costituiscono fondi necessari all’ordinaria gestione della scuola.

https://it.wikipedia.org/wiki/Scuola_privata

+++++++

“La Costituzione Italiana garantisce in modo fondamentale il diritto all’istruzione pubblica (e quindi statale e paritaria)”, ha dichiarato il ministro

[a parte il ritardo, non è così: 1) la Costituzione garantisce il diritto all’istruzione; 2) “pubblica (e quindi statale e paritaria)” è una estrapolazione di comodo, la Costituzione è antecedente alla legge 62/2000.]

Il dado è tratto…e non può più essere ritirato. [q.uale dado e chi l’ha tratto? non stiamo giocando a dadi, anzi non stiamo proprio giocando.]

Data per scontata, ormai, la soppressione pressoché totale, negli ultimi anni, delle scuole paritarie di serie C, anche dentro alla logica del pluralismo, o di quello che sarà studiato come ‘costo standard’, occorrerà perseguire la parità di qualità formativa. “Questo è il grande tema. Quindi occorre la stessa qualità di reclutamento e gli stessi criteri di reclutamento”. Questa è la vera scommessa.

http://www.ilgiornale.it/news/milano/valeria-fedeli-e-rivoluzione-buona-scuola-1451477.html

+++++++

Intervista a Valeria Fedeli 

( http://www.womenews.net/intervista-a-valeria-fedeli-ministra-dellistruzione-delluniversita-e-della-ricerca-uscita-sul-n-0-del-2017-della-rivista-nuovaeticapubblica/)

+++++++

Paritarie, l’apertura del ministro Fedeli sul costo standard

Si è svolto sabato 25 novembre al Cattolica Center di Verona, all’interno del Festival della Dottrina Sociale, il
convegno “Esserci per Educare”, cui hanno partecipato il ministro del MIUR Valeria Fedeli e il presidente
della CEI Gualtiero Bassetti.

http://www.foe.it/Resource/Verona.pdf

+++++++

Questo elemento è stato postato in News. Aggiungi al segnalibro il permalink.

Lascia un commento