Netiquette-Online-Discussion-Boards-infographic
Una netiquette da seguire per la condivisione di materiali in rete e per mantenere un comportamento adeguato in rete
Un blog di Orizzontescuola.it

red – Gli utenti del web sanno che in rete è necessario tenere un comportamento corretto quando ci si relaziona con gli altri utenti, soprattutto in contesti di discussione in cui i toni a volte si possono anche alterare. Le regole di comportamento del web prendono il nome di Netiquette (galateo della rete).

In questo galateo sono contenute appunto delle regole dettate dal buon senso, alla luce delle classiche convenzioni sociali. Risulta quindi utile insegnare anche agli alunni come comportarsi in rete e come utilizzare le nuove tecnologie per un apprendimento proficuo. Per tale ragione è possibile stilare una lista di regole da fornire loro o da appendere in classe che regoli i comportamenti da tenere all’interno dei vari servizi di rete.

Se avete creato uno di spazio virtuale di apprendimento in cui gli studenti possono interagire, parlare, discutere, condividere e imparare insieme, si possono fornire le regole riportate nell’infografica creata dalla Touro College, che presenta le 15 netiquette che gli studenti dovrebbero rispettare durante l’interazione nei forum di discussione online.

Queste regole sono comunque valide anche per qualsiasi altro spazio virtuale.
1.Prima di postare la tua domanda in un forum di discussione, verifica se qualcuno ha chiesto già posto la stessa e se ha ricevuto una risposta.
2.Rimani in argomento. Non postare link irrilevanti, commenti, pensieri o immagini che non siano inerenti al tema.
3.Non digitare in MAIUSCOLO, in quanto nel web è assimilabile al comportamento di una persona che urla.
4.Non scrivere nulla che abbia toni alterati o sarcastici nemmeno per scherzo perché non essendo possibile sentire il tono della voce non si comprende la vera natura della frase.
5.Ricordatevi sempre di dire “per favore” e “grazie” quando chiedete aiuto ai compagni di classe o al docente.
6.Rispettate il parere dei compagni. Se non si è d’accordo bisogna farlo presente con il massimo rispetto e riconoscere i punti validi dell’argomentazione dei compagni. argomento di tuo compagno di classe.
7.Se si risponde a una domanda di un compagno di classe, assicurarsi che la vostra risposta risposta sia esatta!
8.Se fare si fanno domande è possibile che in molti rispondano. Bisogna quindi riassumere le risposte e creare un post di sintesi.
9.Essere brevi. Se si scrive una lunga dissertazione in risposta ad una semplice domanda è improbabile che qualcuno possa passare il tempo a leggere tutto.
10.Non parlare male di altri e non utilizzare dispregiativi. Si può essere in disaccordo senza deridere.
11.Se si fa riferimento a qualcosa che è stato detto in precedenza nel corso di una discussione, riportare poche righe chiave della citazione.
12.Prima di porre una domanda controlla le FAQ di classe o cerca su Internet per vedere se la risposta è ovvia o facile da trovare.
13.Controllare i più recenti commenti prima di rispondere a un commento più vecchio.
14.Se qualcuno commette errori non bisogna deridere.
15.Eseguire un controllo ortografico e grammaticale prima di postare qualsiasi cosa nel forum di discussione.

Entrando in Internet si accede ad una massa enorme di dati messi a disposizione per lo più gratuitamente da altri utenti. Pertanto bisogna portare rispetto verso quanti, spesso in maniera volontaria, hanno prestato e prestano opera per consentire a tutti di accedere a dati ed informazioni che altrimenti sarebbero patrimonio di pochi o addirittura di singoli. In Internet regna un’anarchia ordinata, intendendo con questo il fatto che non esiste una autorità centrale che regolamenti cosa si può fare e cosa no, né esistono organi di vigilanza.
E’ infatti demandato alla responsabilità individuale il buon funzionamento delle cose. Si può pertanto decidere di entrare in Internet come persone civili, o al contrario, si può utilizzare la rete comportandosi da predatori o vandali saccheggiando le risorse presenti in essa o infettandole con virus sempre più potenti. Sta a ciascuno decidere come comportarsi. Risulta comunque chiaro che le cose potranno continuare a funzionare solo in presenza di una autodisciplina dei singoli.