Caro Sud, ti stanno rubando il futuro e tu sei l’illuso di sempre. Ora i tuoi occhi brillano per Matteo Salvini, uno che per anni ti ha dedicato solo lo sputo del disprezzo. Eri democristiano nella Prima Repubblica, davi voti e ricevevi briciole, poi ti ha conquistato Berlusconi che veniva da Milano, e finanche Renzi, il giovanotto dalla parlata fiorentina. Volevi cambiare tutto e hai votato in massa per le Cinque stelle del comico genovese, ma pure quelli ti hanno deluso.

Risultati immagini per LO STIVALE ROVESCIATO

——-

Caro Sud ti stanno “fottendo”: ribellati

di Enrico Fierro – Il Fatto Quotidiano – 18 febbraio 2019 – pag. 13

“Ecco,/io e te, Meridione,/dobbiamo parlarci una volta,/ragionare davvero con calma,/da soli/, senza raccontarci fantasie…”. Anch’io, caro Coen, come Franco Costabile voglio “parlare” al Sud. Lui era calabrese di Lamezia Terme ed era poeta. Io non sono poeta. Non sono nessuno. Ma alcune cose le voglio dire. Sud, ma che stai facendo? Non ti vedo, non ti sento, non ci sei.

Ti stanno uccidendo e tu taci. Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, vogliono i loro soldi. Perché loro sono Europa e tu, caro Sud, non sei niente. Né Europa, né Africa. Stai in mezzo, e quelli che stanno in mezzo non hanno mai contato un cazzo.

Loro vogliono il lavoro, le scuole migliori, gli ospedali più efficienti, i treni più veloci, le città pulite, i teatri affollati. La vita. E a te resteranno i paesi morenti, i giovani che partono senza voltarsi indietro per non farsi fottere dalla nostalgia, i vecchi avvelenati dal rancore, le città divorate dalla crisi.

Caro Sud, ti stanno rubando il futuro e tu sei l’illuso di sempre. Ora i tuoi occhi brillano per Matteo Salvini, uno che per anni ti ha dedicato solo lo sputo del disprezzo. Eri democristiano nella Prima Repubblica, davi voti e ricevevi briciole, poi ti ha conquistato Berlusconi che veniva da Milano, e finanche Renzi, il giovanotto dalla parlata fiorentina. Volevi cambiare tutto e hai votato in massa per le Cinque stelle del comico genovese, ma pure quelli ti hanno deluso. Ilva, Tap, onestà: chiacchiere al vento. E ora c’è Salvini, con i suoi ascari, vecchi pezzi del peggiore potere.

“Non ci raccontiamo fantasie…”, Sud: ti stanno fottendo, e questa volta per sempre. E allora ribellati. Sud “scassa” tutto. Ritrova un pensiero tuo, aggrappati alle tue università, ai tuoi studiosi, ai poeti, ai musici, ai giovani che hanno ancora voglia di fare, ai sindaci ribelli e disobbedienti. Pino Daniele te l’ha detto, Sud, scavame ‘a fossa, voglio muri’ cu’ te…, ma ribellati Sud. Ribellati.

+++++++

§ https://www.leonardocoen.it/stories/stivale-rovesciato

+++++++