Tagli alla didattica per disabili sconfitta la linea del «rigore»

Esultano le famiglie dei ragazzi al Don Milani di Montichiari : sotto una pioggia di diffide legali l’Istituto «Don Milani» ripristina le 4 cattedre di sostegno soppresse .La decisione che  mina i controversi dettami della riforma Gelmini farà giurisprudenza in altre vertenze

alt

La piccola breccia aperta a Montichiari potrebbe sgretolare con un effetto domino nazionale la rigorosa e controversa «gabbia» blindata di tagli e risparmi imposta dalla riforma scolastica varata dal ministro Maria Stella Gelmini. Di certo, la vittoriosa battaglia condotta dal comitato di genitori degli alunni diversamente abili che frequentano l’istituto «Don Milani» farà giurisprudenza nella catena di piccole e grandi vertenze sulla riduzione delle ore di sostegno aperte nelle scuole di ogni ordine e grado.
LA RAZIONALIZZAZIONE delle risorse imposte dal Governo ha provocato anche nell’istituto della Bassa a una riduzione consistente delle ore di sostegno agli alunni in situazione di handicap. Nei giorni scorsi un gruppo di famiglie ha deciso di ribellarsi a quella che riteneva «una palese violazione del diritto allo studio», costringendo la dirigenza ad innalzare la quota di didattica per alunni con specificità attraverso il ripristino di quattro cattedre. Il braccio di ferro è iniziato ai primi di settembre quando i genitori degli alunni disabili hanno scoprono cioè che le ore di sostegno attribuite alla scuola di via Marconi sono state ridotte. Decidono allora di formare un comitato per tutelare i diritti dei propri figli e scelgono di affrontare di petto l’amministrazione scolastica accusandola «di una mancata assegnazione delle ore di sostegno spettanti in base alla normativa».
Le lettere di diffida – sotto l’egida dei sindacati Anief e Cgil – sono state indirizzate ai vertici del «Don Milani», alla dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Brescia Maria Rosa Raimondi, alla Regione e al Ministero dell’Istruzione: l’ammonimento fa leva sulla sentenza 80/2010 della Corte Costituzionale che ha sancito l’illegittimità del limite massimo al numero dei posti degli insegnanti di sostegno. Le famiglie esigono dunque che vengano rispettate le leggi e chiedono l’attribuzione di risorse adeguate. «Nei giorni scorsi – si legge in una nota del comitato -, la scuola ha incrementato il numero di ore di sostegno».
LA NOTIZIA È ACCOLTA con sollievo dalle famiglie, anche se sicuramente creerà qualche problema nell’organizzazione scolastica. Ma la vicenda ha aperto riflessioni più ampie. «Perché – si chiedono le famiglie coinvolte nella questione – abbiamo dovuto minacciare azioni legali per ottenere ciò che evidentemente spettava ai nostri figli? E perché ottengono giustizia solo quelli che, avendo la conoscenza dei propri diritti e la capacità di farli valere, alzano la voce per primi?». Interrogativi idealmente rivolti al Governo. «Almeno fino a quando il parlamento non avrà la sfrontatezza di abolire le leggi sull’integrazione scolastica – osservano i genitori degli alunni disabili di Montichiari -, esiste una strada da seguire per difendere i diritti dei nostri ragazzi: il nostro compito è quello di cercarla e seguirla con tenacia e fiducia, sempre. Noi possiamo e dobbiamo farlo, perché loro non possono difendersi da soli». Continua a leggere

Presidi siciliani, ieri la prima, oggi la seconda giornata di prove

Dalle 8 di stamattina ha avuto inizio la seconda manche delle prove per il corso-concorso per dirigenti scolastici in Sicilia così come stabilito dalla legge n. 202/2010 e del D.M. n. 2 del 3/1/2011. La prova di oggi riguarda i progetti per gli idonei…(da Latecnicadellascuola) Continua a leggere

Presidi siciliani: I giudici palermitani del TAR riconfermano ancora una volta la correttezza della reiterazione concorsuale dell’USR Sicilia impugnata dai ricorrenti

Presidi siciliani: I giudici palermitani del TAR riconfermano ancora una volta la correttezza della reiterazione concorsuale dell’USR Sicilia impugnata dai ricorrenti…(da dirpresidi)

Continua a leggere

Concorso ds Sicilia:convocazione prove scritte per i giorni 11 e 12 luglio 2011

Corso-concorso per Dirigenti Scolastici della Regione Sicilia di cui al  D.D.G. 22/11/2004 – Procedura di cui alla Legge n. 202/2010 – Convocazione prove scritte per i giorni 11 e 12 luglio 2011, a   seguito della Legge n. 202/2010 e  del D.M. n. 2 del 3/1/2011…(da usr)

Continua a leggere