Novità sul fronte dei concorsi dirigenti scolastici. E’ stata avviata in Sicilia la procedura per la rinnovazione del  Concorso per Dirigenti Scolastici “ congelati”…di Silvana La Porta


 


E i tempi per le prove si avvicinano: l’Amministrazione  informa che da ieri è stata avviata la procedura per la rinnovazione delle stesse che sono state fissate per i giorni 11 luglio (relazione dei Dirigenti Scolastici in servizio) e 12 luglio (progetto per gli idonei).

Novità emergono anche per i tempi di correzione: Il Dirigente Coordinatore, dott. Gianni Leone, ha informato le delegazioni sindacali che la Commissione giudicatrice procederà nella valutazione delle prove in tempi strettissimi (si parla di una decina di giorni lavorativi) onde consentire all’USR Sicilia le correlate operazioni di mobilità.

Insomma tutto pare svolgersi in un clima di grande fretta onde garantire il regolare inizio dell’anno scolastico con relative presidenze coperte in modo definitivo. L’avviso della rinnovazione delle procedure concorsuali sarà quanto prima pubblicato nel sito web dell’USR Sicilia, mentre è in corso l’invio delle comunicazioni individuali agli interessati

Nel frattempo è imminente il bando per il nuovo Concorso dirigenti e quindi la risoluzione del caso siciliano è necessaria capire gli effettivi posti disponibili nell’isola. A seguito delle numerose richieste avanzate dalle OO.SS. Scuola circa la tempistica delle procedure di reclutamento dei Dirigenti Scolastici, la Direzione Generale del Personale ha informato che il bando è attualmente alla Corte dei Conti per la registrazione prima della pubblicazione in G.U. Tale pubblicazione dovrebbe avvenire presumibilmente entro la seconda quindicina di giugno al fine di consentire, non oltre il successivo mese di luglio, il termine ultimo per la presentazione da parte degli interessati delle domande di partecipazione..

Resta comunque  una data che potrebbe ancora generare sorprese: il 5 luglio, infatti, solo 6 giorni prima della data prevista per le prove dei dirigenti siciliani congelati, il Tar si pronuncerà sulla rinnovazione delle prove stesse, cioè sull’applicazione della legge 202/10. Il Consiglio di Stato, infatti, in sede giurisdizionale, in ordine al conflitto di competenza sulla intera vicenda concorsuale dei Dirigenti Scolastici siciliani “congelati”, ed i vari provvedimenti legislativi e correlativi atti del CGA Sicilia, aveva dichiarato la incompetenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Sicilia, affermando invece la competenza del Tribunale amministrativo regionale del Lazio, sede di Roma con ordinanza depositata in Segreteria il 9 marzo 2011.

Nel frattempo comunque l’iter procede spedito, salvo novità dell’ultim’ora.Tra fine giugno e luglio i concorsi per la dirigenza scolastica saranno dunque avviati, vista l’enorme numero di presidenze disponibili in tutta Italia.