Una proposta interessante, inconciliabile con il contesto normativo. ormai definito

Contratto-scuola, un esempio di richieste che possono attirare l’attenzione di insegnanti sprovveduti, non aggiornati. Puntano alla “pancia” degli insegnanti. Purtroppo, però con nessuna possibilità di conseguire gli obiettivi prefissati.

——-

Contratto-scuola, richieste fuori tempo massimo

Contratto-scuola

Una proposta interessante, inconciliabile con il contesto normativo. ormai definito

Contratto-scuola, un esempio di richieste che possono attirare l’attenzione di insegnanti sprovveduti, non aggiornati. Puntano alla “pancia” degli insegnanti. Purtroppo, però con nessuna possibilità di conseguire gli obiettivi prefissati.

La proposta della minoranza Flc-Cgil

Sul sito della minoranza della Flc-Cgil   si legge:
rivendichiamo l’assoluta necessità di uno sciopero, il più possibile unitario, a sostegno di alcuni punti chiari:
1) aumenti uguali per tutti di 300 euro sullo stipendio base;
2) differenziazione stipendiale, oltre che per anzianità, solo per impegno orario o incarichi aggiuntivi (attraverso FIS e contrattazione d’istituto); no alla valutazione e alla progressione accelerata per merito;
3) aggiornamento in orario di servizio (altrimenti retribuito), affidato alla libera scelta dei docenti; riduzione della burocrazia, che distoglie dall’insegnamento e dal buon funzionamento della scuola; nessun aumento dell’orario e del carico di lavoro;
4) ristabilire criteri oggettivi per la mobilità, senza chiamata diretta o per competenze;
5) parificazione delle condizioni dei lavoratori a tempo determinato e indeterminato (stipendio, stipendio accessorio, ferie, permessi ecc.);
6) sblocco assunzioni per il personale A.T.A e adeguamento dell’organico, con la chiamata dei supplenti da subito; riconoscimento anche nella contrattazione di scuola con una quota FIS riservata e la partecipazione ai progetti.

I limiti di una proposta

Apprezzabili i contenuti proposti. Si identificano con le richieste elaborate dalla scuola in questi ultimi mesi. Purtroppo però, sono fuori “tempo massimo”.
Limito il mio ragionamento al punto della retribuzione.
Come si concilia la richiesta di un aumento di 300€ dopo l’accordo del 30 novembre 2016,  il Def 2018-20 e soprattutto  la proposta di legge di stabilità 2018?
La risposta è unica e semplice: non è possibile individuare nessuna relazione.
La richiesta è un corpo estraneo! Risulta “incoerente” con i provvedimenti  che contano. In altri termini, è molto distante rispetto alle decisioni prese dal governo, dai sindacati e dal Parlamento! Da qui la certezza che la richiesta non porterà a nulla.

Gli obiettivi della proposta

La proposta parla alla “pancia” degli insegnanti, bypassando ogni ragionamento, riflessione che solitamente si basano sui fatti. Probabilmente sono convinti di parlare agli insegnanti disinformati e non aggiornati sugli eventi riguardanti il contratto.
Comprendo che la componente minoritaria intenda “pesarsi” attraverso uno sciopero e diventare visibile. Probabilmente pensano alle prossime elezioni RSU.
A breve potremo verificare l’efficacia di questa proposta e la sua ricaduta elettorale (RSU).

link: http://maestroscialpi.altervista.org/contratto-scuola-richieste-tempo-massimo/

+++++++

14 dicembre 2017: assemblea pubblica per la Scuola a Montecitorio

FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola Rua e Snals Confsal organizzano un incontro pubblico per la #scuolabenecomune.

http://www.flcgil.it/comunicati-stampa/comunicato-unitario/14-dicembre-2017-assemblea-pubblica-per-la-scuola-a-montecitorio.flc

+++++++

Il Manifesto-paravento dei Sindacatoni per nascondere la firma del CCNL

link: http://www.aetnascuola.it/manifesto-paravento-dei-sindacatoni-nascondere-la-firma-del-ccnl/

+++++++