L’assenza di ispettori in un sistema di scuole autonomo è una pura follia che solo noi italiani possiamo tollerare. Ma è una follia anche un sistema scolastico in cui non si possono fare i concorsi perché poi si va avanti per dieci anni con ricorsi e contro-ricorsi sempre accettati dai giudici. Nel primo caso la proposta di Treellle è solo logica (ma ovviamente se la logica viene dal mondo aziendale va comunque respinta per una parte della scuola che vive di ideologia antica), nel secondo caso è una delle tante sanatorie di un’Italia che non riesce a fare la cosa più logica: un concorso per dirigente all’anno sui posti vacanti.

Risultati immagini per follia

——-

Gli ispettori di Treeelle e la sanatoria presidi: tutta una FOLLIA 

di Regi Palermo – 7 dicembre alle ore 20:19

Mi chiedo per quale motivo una discreta percentuale di frequentatori di FB commenti gli articoli senza leggerli.
Ultime due notizie totalmente travisate.

1. L’associazione treellle lancia la proposta di assumere 400 ispettori (costo 50 milioni) da destinare alla valutazione del sistema scolastico
Commenti prevalenti: hanno trovato i soldi per gli ispettori, ma per noi non c’è mai una lira. 
Peccato che per ora si tratti solo di una proposta (per di più di una associazione privata e neppure di un partito presente in parlamento).

2. Una deputata di MDP propone un emendamento per una sanatoria che possa consentire la copertura dei posti vacanti di di dirigenti scolastici utilizzando docenti che non avevano concluso la procedura concorsuale del 2011
Commenti prevalenti: assumono docenti che non hanno superato il concorso, vergogna !
Peccato che per ora è solo un emendamento che quasi certamente non verrà neppure accolto.

Magari sono gli stessi docenti che ai loro alunni raccomandano: “Ragazzi, attenzione, leggete bene il testo da riassumere altrimenti rischiate di non capirci nulla!”

 

commento di Renata Casamichele 

Veramente quando c è treelle di mezzo è solo per fregarci… Non dimentichiamoci che dietro gli scellerati patti per affossare la scuola pubblica per poterla privatizzare, c è sempre stata proprio treelle.

 

commento di Renata Casamichele

Dimostriamo che così non funziona… per poterla privatizzare e far entrare gli speculatori anche lì.

 

commento Paolo Francini 

Di ispettori ne servirebbero almeno 2000, altro che 400. Però andrebbe ridefinito il ruolo e non dovrebbero avere necessariamente qualifica dirigenziale. Andrebbe creata una struttura del tutto nuova rispetto a quella attuale.

 

commento di Stefano Stefanel 

L’assenza di ispettori in un sistema di scuole autonomo è una pura follia che solo noi italiani possiamo tollerare.

Ma è una follia anche un sistema scolastico in cui non si possono fare i concorsi perché poi si va avanti per dieci anni con ricorsi e contro-ricorsi sempre accettati dai giudici.

Nel primo caso la proposta di Treellle è solo logica (ma ovviamente se la logica viene dal mondo aziendale va comunque respinta per una parte della scuola che vive di ideologia antica), nel secondo caso è una delle tante sanatorie di un’Italia che non riesce a fare la cosa più logica: un concorso per dirigente all’anno sui posti vacanti.

 

commento di Fioretta Menta 

L’assenza di ispettori anche prima dell’autonomia e’ stata una follia pedagogica. Tranne eccezioni, dove erano questi? In giro per l’Italia a fare formazione (pagati oltre lo stipendio) invece di formare il loro territorio! Perché? Con quale sapienza pedagogica? Chi li ha controllati mai questi signori con zaino sulle spalle ?

 

https://www.facebook.com/profile.php?id=100008300895081&hc_ref=ARSU_DXRx4PiVfqfoe3a_z47BsRWW2TOeF7tRTqYj-KJBs1JspmOef8LBhu9mNkkpIE&fref=nf

+++++++

Attraverso la Legge di Stabilità, la Commissione Bilancio di Palazzo Madama ha la possibilità concreta di avviare un nuovo corso riservato per i docenti ricorrenti 2011 e 2015 per diventare dirigente scolastico: un doppio emendamento al comma 1 dell’articolo 53 del disegno di legge n. 2960 – il 53.10 e il 53.11, rispettivamente presentati dai senatori Gian Marco Centinaio e Silvana Andreina Comaroli (Lega Nord), e il senatore Remigio Ceroni (Forza Italia) – metterebbe nelle condizioni tali insegnanti aspiranti presidi di chiudere la querelle giudiziaria in atto da anni facendoli partecipare ad una nuova sessione speciale del corso intensivo della durata di 80 ore totali.

https://finanza.repubblica.it/News/2017/11/15/manovra_concorso_dirigente_scolastico_doppio_emendamento_per_salvare_ricorrenti_2011_e_2015-247/

+++++++