A quanto pare si organizzano incontri per preparare i candidati al nuovo “concorso” dirigenti Sicilia…(da Cislregionale)…


Legge 202/10 – Il decreto del ministro Gelmini sulla rinnovazione delle prove per i Dirigenti Scolastici siciliani – Incontro di studio giorno 17 gennaio p.v., ore 9,30 presso 
la S.M .S. “Nino Savarese” – Via Civiltà del lavoro, 4; Enna Bassa Il ministro Gelmini in data odierna ha pubblicato il decreto sulla rinnovazione della procedura concorsuale ai beneficiari della legge 202/2010.
Possono partecipare alla rinnovazione della procedura di cui al presente decreto:
a) I candidati che alla data di entrata in vigore della Legge n. 202/2010 succitata prestano servizio con funzioni di dirigente scolastico con contratto a tempo indeterminato;
b) i candidati che hanno frequentato il corso di formazione e superato l’esame finale, non ancora in servizio con funzioni di dirigente scolastico;
c) i candidati che hanno partecipato alle prove scritte completando ognuna di esse con la consegna del relativo elaborato e che non sono stati ammessi al corso di formazione di cui al D.D.G. 22.11.2004.
I candidati di cui alla lettera a) del decreto sostengono una prova scritta sull’esperienza maturata nel corso del servizio. La prova verte sull’attività svolta dai candidati nelle rispettive sedi di servizio. In particolare, premessa una breve descrizione delle caratteristiche e delle condizioni degli istituti scolastici di riferimento all’atto dell’assunzione dell’incarico e degli obiettivi correlati allo svolgimento del medesimo, devono essere descritte le iniziative poste in essere al fine di assicurarne puntuale e tempestiva realizzazione, i risultati raggiunti alla data di svolgimento della prova e le circostanze che, in tutto o in parte, hanno impedito il conseguimento degli obiettivi stessi. Il tempo a disposizione dei candidati per lo svolgimento della prova è di sei ore. La commissione esaminatrice, prima di procedere alla correzione degli elaborati, fissa i criteri in base ai quali effettuare le proprie valutazioni fra i quali devono comunque essere ricompresi la completezza e l’aderenza dei contenuti rispetto a quanto previsto dal comma 2, la chiarezza e la correttezza espositive nonché la padronanza dei temi affrontati. A seguito del superamento della prova scritta, con esito positivo, sono confermati i rapporti di lavoro instaurati con i candidati-dirigenti scolastici e la titolarità delle sedi alle quali risultano assegnati alla data di entrata in vigore della Legge 3 dicembre n. 202/2010. Dalla stessa data cessa l’operatività dei vincoli posti dalla Legge 21 dicembre 2009 n. 190.
I candidati di cui alla lettera b) del decreto sostengono una prova scritta su un progetto elaborato su un argomento da loro scelto tra quelli svolti nel corso di formazione. La commissione esaminatrice, prima di procedere alla correzione degli elaborati, fissa i criteri in base ai quali effettuare le proprie valutazioni fra i quali devono comunque essere ricompresi la completezza e l’aderenza dei contenuti rispetto all’argomento prescelto ed oggetto del corso di formazione, la chiarezza e la correttezza espositive nonché la padronanza dei temi affrontati. Il tempo a disposizione per la prova scritta è di sei ore. A seguito dell’espletamento della prova scritta, con esito positivo, agli stessi è confermata la posizione occupata nelle graduatorie generali di merito predisposte ai sensi dell’art. 18 del D.D.G. 22.11.2004 e dell’art. 24-quinquies del decreto Legge n. 248 del 31 dicembre 2007 convertito con modificazioni, nella Legge n. 31 del 28 febbraio 2008 (c.d. Milleproroghe).
Le prove di cui ai punti precedenti devono essere concluse entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del decreto rispettando un preavviso ai candidati interessati non inferiore a quindici giorni.
I candidati di cui alla lettera c) del decreto sono ammessi alla rinnovazione della procedura concorsuale mediante una nuova valutazione degli elaborati. A ciascun elaborato sono attribuiti un giudizio e un punteggio secondo i criteri predeterminati dalla commissione giudicatrice. La commissione giudicatrice è tenuta a garantire l’anonimato degli elaborati fino alla conclusione della procedura di valutazione, adottando, a tal fine, ogni misura ritenuta idonea. I candidati risultati idonei a seguito della valutazione di cui al comma 1 sono ammessi a frequentare il corso di formazione di cui al successivo. L’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia , con la collaborazione dell’Agenzia nazionale per lo sviluppo dell’autonomia scolastica (A.N.S.A.S.) cura l’organizzazione e lo svolgimento del periodo intensivo di formazione, della durata non inferiore a sei mesi. I candidati, al termine della frequenza del corso di formazione, sostengono un colloquio selettivo con attestato di superamento finale rilasciato dal direttore del corso medesimo. Il Direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia nomina, con proprio decreto, la commissione esaminatrice secondo le disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 341 del 30 maggio 2001, concernente il regolamento relativo ai criteri per la composizione delle commissioni esaminatrici del corso-concorso selettivo di formazione dei dirigenti scolastici. Le procedure di rinnovazione del concorso di cui all’Art. 1 devono essere completate entro un anno dalla data di entrata in vigore della Legge n. 202/2010. Ultimate le procedure di rinnovazione la commissione formula graduatorie generali di merito, distinte per settori formativi. Con provvedimento del Direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia , accertata la regolarità delle procedure e tenuto conto di quanto stabilito dalla normativa vigente – D.P.R. n. 487 del 9 maggio 1994 e successive modificazioni ed integrazioni – sono approvate le graduatorie generali di merito distinte per settore formativo. Le graduatorie rimangono valide per ventiquattro mesi dalla data della loro approvazione. Le assunzioni dei candidati – fermo restando il regime autorizzatorio di cui all’articolo 39, comma 3-bis, della Legge n. 449 del 27 dicembre 1997 e successive modificazioni – sono effettuate, ai sensi dell’art. 10 della Legge 202/2010, per tutti i posti che si renderanno vacanti e disponibili nella Regione Sicilia negli anni scolastici 2010/2011 e 2011/2012.

= = = = =

A seguito del decreto del Ministro, nel quadro delle iniziative a sostegno dei Dirigenti Scolastici siciliani beneficiari della Legge 202/2010, la CISL Scuola Sicilia organizza un

INCONTRO DI STUDIO

destinato ai Dirigenti Scolastici in servizio (candidati della 1° tipologia) per il giorno

17 GENNAIO 2011, ORE 9,30

presso la S.M .S. “Nino Savarese” di Enna Bassa (Via Civiltà del Lavoro, 4).

Obiettivo dell’incontro di studio è quello di analizzare la tipologia di prova che devono  sostenere i candidati e presentare un modello strutturato per l’assolvimento della  stessa.

Interverranno all’incontro:
– Dionisio Bonomo, Segretario Nazionale CISL Scuola,
– Mario Guglietti, Vice-Presidente Nazionale del CNPI,
– Angelo Prizzi, Reggente CISL Scuola Sicilia,
– Ninni Bonacasa, Consulente Area V CISL Scuola Sicilia.

La riunione operativa si concluderà entro le ore 13,30.