Il CGA Sicilia dichiara improcedibile il ricorso per opposizione di terzo proposto dai 416 presidi siciliani cassati dal CGA Sicilia…

 


Ed ecco un’altra  sentenza sbalorditiva del CGA di Palermo, quella del 7 luglio 2011, che segue a ruota tutti i pronunciamenti dei TAR di queste ultime settimane che hanno capovolto  a favore dei 416 presidi del concorso cassato i precedenti editti  demolitori, con il seguito mediatico dell’ingiuria e del fango spruzzato a piene mani contro la dirigenza scolastica della scuola siciliana. Il teorema “ Virgilio”  viene definitivamente rilasciato  dallo stesso organo inquisitore che l’aveva inventato e che sin’ora pervicacemente si era sempre  espresso a senso unico  a favore di due docenti bocciati, senza sentire alcuna ragione e pontificando senza tenere conto dei terzi e cioè proprio dei presidi vincitori che avrebbero pagato duramente le conseguenze di sentenze che davano apoditticamente ragione a due ricorrenti, poi ripetutamente e sistematicamente bocciate nelle varie fasi della ricorrezione dei compiti. Ponzio Pilato avrebbe fatto di meglio.


Allegati:
File Dimensione del File
Scarica questo file (Sentenza CGA_7 luglio 2011 Estratto.doc)Sentenza CGA_7 luglio 2011 Estratto.doc