Mancano banchi e sedie però ci sarà lo smartphone!

Le sedie e i banchi mancano anche al liceo scientifico Benedetto Croce e a quello delle Scienze sociali Danilo Dolci. E al primo giorno alla scuola dell’infanzia ed elementare Ragusa Moleti è caduto parte del controsoffitto. La campanella era suonata da appena un’ora e 600 bambini sono stati evacuati.

Risultati immagini per in piedi

——-

Al liceo Cannizzaro di Palermo mancano banchi e sedie: l’appello della preside su Facebook

PALERMO. Al liceo scientifico Cannizzaro di via Arimondi a Palermo tutto è pronto per l’inizio dell’anno scolastico, mancano solamente… banchi e sedie.

di Palermomania.it – Pubblicata il: 15/09/2017 – 10:21:48

PALERMO. Al liceo scientifico Cannizzaro di via Arimondi a Palermo tutto è pronto per l’inizio dell’anno scolastico, mancano solamente… banchi e sedie.

Mancano sedie e banchi, qualcuno ne ha in più?”, a lanciare l’appello su Facebook è la dirigente scolastica Anna Maria Catalano. “Ne mancano una cinquantina – dice Catalano – Ma l’ex Provincia non ci può aiutare, deve fare ancora la gara. Ma noi di banchi e sedie abbiamo urgente bisogno. Al massimo entro lunedì devo trovarli. Ho chiesto ai miei colleghi delle scuole vicine – continua Catalano – Ho scritto il post su Facebook, spero davvero che qualcosa arrivi”.

Un problema, però, che riguarda anche altri istituti della città. “Al mio post – spiega la preside– hanno risposto altri colleghi, che lamentano, anche loro, la mancanza di banchi e sedie. Incredibile. Manca un po’ tutto. Una tristezza. siamo consapevoli di quello che manca e credo lo sia anche il governo”.

Le sedie e i banchi mancano anche al liceo scientifico Benedetto Croce e a quello delle Scienze sociali Danilo Dolci. E al primo giorno alla scuola dell’infanzia ed elementare Ragusa Moleti è caduto parte del controsoffitto. La campanella era suonata da appena un’ora e 600 bambini sono stati evacuati.

https://www.palermomania.it/news/cronaca-e-politica/al-liceo-cannizzaro-di-palermo-mancano-banchi-e-sedie-lappello-della-preside-su-facebook-93999.html

+++++++

Cercasi banco disperatamente “Mancano soldi per comprarli”

Appello della Città metropolitana: chi ne ha in esubero ce li dia

 di LUCA SALVI – Pubblicato il 8 settembre 2016 ore 07:02
Mancano sedie, banchi e cattedre in tanti istituti milanesi

Mancano sedie, banchi e cattedre in tanti istituti milanesi

“Spero di non dovere ricorrere a soluzioni creative, tipo far turnare le classi nella nostra sede di viale Liguria”, spiega il dirigente dell’Oriani, Marco Fassino. “So che hanno iniziato un monitoraggio delle scuole per trovare l’arredo che manca – afferma il preside del Parini, Giuseppe Soddu che da febbraio ha chiesto aiuto alla Città metropolitana dopo il boom di iscrizioni – e sono fiducioso che arriverà a breve“. Qualcuno ha già fatto da sé. Ricorrendo ai fondi raccolti con il contributo volontario. “Apriamo tre nuove prime – afferma Bruna Baggio, alla guida del liceo Cremona-Zappa – e avevamo bisogno di una settantina di sedie. A maggio-giugno ci hanno detto che mancavano i fondi per comprarne. Ci abbiamo pensato noi”. Idem al classico Beccaria. «Avevamo qualche banco residuo – dice il dirigente Michele Monopoli – gli altri li abbiamo acquistati”.

Palazzo Isimbardi ieri ha fatto un check tra tutte le scuole superiori – di sua competenza in materia di edilizia scolastica – per individuare quelle in esubero di mobilia. Da spostare al più presto da chi ne è privo per incremento di iscritti o dismissione di suppellettili vecchie e danneggiate. Il problema, per il giovane ente locale, è sempre lo stesso: bilancio non approvato, mancanza di fondi. “È in corso una gara a livello comunitario europeo – afferma Claudio Martino, direttore del settore Gestione amministrativa patrimonio e programmazione rete scolastica di Palazzo Isimbardi – per stringere un accordo quadro con un operatore economico per la fornitura di arredi scolastici nei prossimi tre anni, dal 2016-2017 al 2018-2019, per 100mila euro. L’aggiudicazione è prevista entro quest’anno solare”. In emergenza, la Città metropolitana chiede aiuto alle scuole.

“L’accordo permetterà di ricambiare ogni anno il 2,5% degli arredi – continua Martino – circa 2.500 banchi, sedie, cattedre, dotazioni di segreteria, ma nel frattempo stiamo raccogliendo le disponibilità di mobili in eccedenza negli istituti. Entro lunedì contiamo di fare tutti i traslochi necessari». La corsa contro il tempo per garantire a tutti gli alunni delle superiori un posto è al rush finale.

http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/scuola-banchi-sedie-1.2492535

+++++++

03.10.2014
Mancano banchi e sedie: i genitori protestano, ma la scuola non ha chiesto le autorizzazioni

È nata quest’anno, all’Istituto San Giovanni Bosco di Manfredonia, una nuova sezione di scuola materna. Cominciano le lezioni e mancano banchi e sedie. I genitori protestano,l’impasse arriva ai media locali, il sindaco e l’assessore alla pubblica istruzione vengono chiamati in causa. Fin qui parrebbe ‘ordinaria’ amministrazione, salvo poi scoprire che in un mondo che ormai funziona al ‘contrario’, si è sorvolato su un piccolo, si fa per dire, dettaglio, ovvero che la nuova sezione di scuola materna è stata istituita senza la prescritta autorizzazione comunale.

“Il rilascio dell’autorizzazione al funzionamento da parte del Comune costituisce la dichiarazione formale del possesso di tutti i requisiti richiesti; una volta concessa l’autorizzazione deve essere comunicata formalmente al Ministero della Pubblica Istruzione. Il Comune se non autorizza non sa, se non sa, non può pianificare e programmare nessun intervento”, spiega il sindaco Angelo Riccardi, che quindi continua: “Ho denunciato il caso  agli organi competenti, anche se contestualmente mi sto preoccupando di risolvere il problema con l’assessore alla pubblica istruzione Antonella Varrecchia”.

La Legge 18 marzo 1968, n. 244 (art. 3, comma 1), detta i capisaldi che devono essere rispettati per procedere all’istituzione di nuove sezioni di scuola materna statale. La procedura è complessa ed articolata e prevede, tra l’altro, che la richiesta di istituzione di nuove sezioni di scuola materna debba essere attivata dai sindaci dei comuni entro il 10 ottobre di ciascun anno, con allegata una corposa e composita documentazione tecnica di accompagnamento tra cui la pianta dei locali da adibirsi al funzionamento delle sezioni, con attestato di idoneità igienico-sanitaria dell’ASL e parere di conformità alle norme di prevenzione incendi rilasciato dal comando provinciale dei vigili del fuoco.

I direttori didattici, dopo aver verificato la richiesta sindacale, debbono trasmettere le domande ai provveditorati agli studi che a loro volta devono inviare ai sovrintendenti scolastici regionali e interregionali le proposte corredate da tutta la documentazione; i sovrintendenti riuniscono i singoli piani provinciali in un unico piano regionale e lo trasmettono all’ente regione che poi trasmette tutto quanto entro il 15 dicembre ai Commissari del Governo e al Ministero – Servizio per la scuola materna; inoltre, entro il 15 gennaio di ciascun anno, le regioni trasmettono ai sovrintendenti scolastici copia degli atti ricevuti con i relativi pareri; infine, i sovrintendenti scolastici regionali e interregionali, non appena ricevuto il parere delle regioni, lo trasmettono e danno comunicazione ai provveditorati agli studi del parere regionale.

Ebbene, la sezione di scuola materna San Giovanni Bosco di Manfredonia, in contrasto con le disposizioni legislative e della circolare ministeriale n. 244/1991, è stata istituita senza la necessaria richiesta preliminare del Comune di Manfredonia, senza verificare, quindi, l’esistenza dei presupposti necessari, creando un inaccettabile allarme e malumore tra i genitori dei bambini che vi sono ospitati e disguidi all’apparato comunale che si è trovato impreparato di fronte ad una situazione non prevista e, sicuramente, imprevedibile.

Pertanto, il sindaco nella nota inviata, ha chiesto ai Dirigenti regionale e provinciale del Ministero dell’Istruzione di accertare le responsabilità del mancato rispetto della procedura sopra riportata.

Inoltre, il primo cittadino ha diffidato “tutte le istituzioni scolastiche cittadine, in futuro, ad istituire sezioni di scuola materna senza la preventiva e motivata richiesta comunale”.

http://www.comune.manfredonia.fg.it/news_long.php?Rif=4424

+++++++

A lezione in piedi: mancano banchi e sedie alla scuola media di Santa Lucia sopra Contesse

2 ottobre 2013

(http://normanno.com/attualita/a-lezione-in-piedi-mancano-banchi-e-sedie-alla-scuola-media-di-santa-lucia-sopra-contesse/)

+++++++

Questo elemento è stato postato in News. Aggiungi al segnalibro il permalink.

Lascia un commento