Il Natale a Catania inizia con una sicula Novena animata…

Non è una preghiera ufficiale della Chiesa, ma rientra da tempo immemorabile tra le pie pratiche popolari. Si celebra nei nove giorni precedenti la solennità del Natale, dal 16 al 24 dicembre, ma a Catania ne abbiamo avuto una gustosa anteprima: la bella Novena animata che ha deliziato grandi e piccini al Teatro Sangiorgi domenica 3 dicembre, nell’ambito della rassegna Un palcoscenico per la città organizzata dal Teatro Massimo Bellini…

Uno spettacolo variopinto e colorato, che ha mantenuto però quella  magica intimità che si addice a chi vuole prepararsi spiritualmente alla nascita di Gesù. Sul palco manianti, pupi e marionette di cartuna, nonché suoni, zampogne e tamburi nati dalla sinergia tra i gruppi Cartura e AreaSud hanno creato una sinfonia di strumenti preziosi e dal suono tipicamente natalizio, non senza qualche incursione in sonorità tribali, e trasportato il folto pubblico in una storia a ritroso che,  dalle origini del mondo, ha condotto all’evento decisivo per l’umanità tutta, quella nascita di Gesù, quel parturir di Maria che ha cambiato il volto del mondo.

Perché non possiamo non dirci cristiani e un modo singolare di sentirci tali è stato veder sfilare  marionette, fantocci, burattini, pupazzi, marotte e anche vane ombre. Maurizio Cuzzocrea, Alfredo Guglielmino ed Elena Cantarella hanno veramente scritto una storia essenziale, ma ricca di spiritualità, creando un movimento scenico non indifferente e particolarmente divertente per i bambini, che si sono visti ghermire scherzosamente da pupazzi mostruosi al suon di zampogne, marranzani e friscaletti, abilmente suonati da Franco Barbanera, Marco Carnemolla, Maurizio Cuzzocrea, Enrico Grassi Bertazzi e Mario Gulisano.

Una novena animata tipicamente sicula, che ha dilettato anche il primo cittadino di  Catania, Enzo Bianco, sinceramente prodigo di applausi alla fine della performance. Grande soddisfazione, dunque, per gli spettatori e gli organizzatori della Camerata polifonica siciliana, i maestri Giovanni Ferrauto e Aldo Mattina; e grande festa di piccoli (e non solo) sul palco a fine spettacolo.

Il Natale artistico e devoto è davvero iniziato bene e sotto i migliori auspici a Catania…

Silvana La Porta

Lascia un commento