Pensioni, le ultime sui Quota 96 Quasi pronto il ddl con le ultime modifiche riguardanti la dura questione  dei quota 96 di Domenico Ferlita, The Blasting News

 

Nuove speranze per i lavoratori del comparto scuola, i famosi Quota 96, che dopo l’approvazione della Legge Fornero del Governo Monti, hanno subito un allungamento dell’età pensionistica.

Come tutti sanno Elsa Fornero, non aveva considerato la peculiarità del calendario scolastico, in quanto per i docenti delle scuole il momento del collocamento in pensione era da riferirsi all’anno scolastico e non a quello solare.

Si tratta di circa 4000 insegnanti coinvolti che attendono l’attuazione delle nuove normative contenute nel nuovo ddl discusso in questi giorni dalla commissione lavoro alla Camera dei Deputati. Secondo il nuovo testo, che sta tuttora subendo le ultime rielaborazioni, infatti, gli interessati potranno presentare le domande per il trattamento pensionistico direttamente all’Inps che ne prenderà immediatamente carico.

La questione dei Quota 96, dovrà essere affrontata su due versanti. Da una parte, si dovrà far fronte all’articolo 24, secondo il quale non erano più sufficienti i 60 anni di età anagrafica più i 36 anni di contributi effettivamente versati. Tale articolo ha creato non poche polemiche a causa della questione di costituzionalità avanzata da un giudice della Corte Costituzionale. Dall’altra parte, si dovrà far fronte dell’analisi accurata dell’articolo 24 in Consulta, composta dall’Avvocatura dello Stato, dall’Inps e da rappresentanti legali dei professori contrari alla legge varata dal Governo Monti nel 2011.

Qui è possibile consultare il testo integrale dell’articolo.