POTREBBERO ESSERE REINTEGRATI A BREVE GLI SCATTI Di ANZIANITA’PER IL PERSONALE DELLA SCUOLA…(da gildact)


 

E’ quanto è emerso dalle dichiarazioni del dr.MAX BRUSCHI,consigliere del ministro Gelmini,al Convegno “ SCUOLA E FEDERALISMO” organizzato dalla Gilda degli Insegnanti a Roma il 5 Ottobre,giornata mondiale degli insegnanti,presso l’Hotel Massimo D’Azeglio.

Alle numerose critiche dei presenti non solo all’operato ma anche all’atteggiamento della titolare del ministero dell’Istruzione. Il dr. Bruschi ha replicato stizzito che la Gelmini era l’unica che avesse ottenuto una marcia indietro  del Ministro Tremonti e che c’era un preciso accordo politico per il reintegro degli scatti da attuare attraverso un decreto interministeriale.

In realtà, a giugno, all’incontro congiunto dei responsabili regionali delle quattro organizzazioni sindacali CISL,UIL,SNALS e Gilda, era stato lo stesso Tremonti, intervenuto a chiusura dei lavori, a dare tale assicurazione.

La notizia apparsa di recente  sulla stampa specializzata che il ministro  Gelmini intendesse  mettere sul tappeto  come contropartita la meritocrazia hanno fatto temere  un dilungarsi dei tempi e l’inevitabile blocco degli aumenti  alla tradizionale scadenza del mese di Gennaio.

E’ probabile invece che la crisi politica e le numerose iniziative di lotta messe in atto o programmate dalle organizzazioni sindacali, come gli scioperi e l’astensione da tutte le attività aggiuntive, stiano dando un’accelerazione all’iter legislativo, che dovrebbe mettere una pezza sull’ingiusta eliminazione dell’istituto contrattuale.

Probabilmente la Nomenclatura politica si sta muovendo anche per effetto del profondo dissenso manifestato  contro i pesanti tagli degli organici e delle risorse economiche, non solo da tutti coloro che lavorano nella scuola ma anche dalle organizzazioni delle famiglie e degli studenti. Per non parlare dei procedimenti legali ai quali stavano già lavorando parecchi avvocati.

E’ infatti insolito ed irrituale che all’indomani delle affollatissime assemblee organizzate dalla Gilda  in tutte le città o il primo giorno di scuola o il 28 Settembre, il Ministro Gelmini,secondo voci di corridoio,abbia avviato una indagine conoscitiva  concernente il numero del personale scolastico che aveva aderito all’iniziativa. Avviato, come speriamo,ad una rapida soluzione, il problema degli scatti di anzianità il ministro dovrà adempiere con urgenza al reintegro delle ore tagliate nei professionale e negli istituti tecnici,come ordinato dalle sentenze del TAR LAZIO che ha respinto tutti i ricorsi del Ministero,operazione che dovrebbe comportare il ritorno dei docenti, spostati per effetto della suddetta norma, nelle classi e nelle scuole di precedente titolarità,ed un allargamento delle disponibilità di lavoro per l’esercito dei precari. Operazione molto difficile ad anno iniziato ma che vedrà il ministero soccombente nei tribunali in caso di inadempienza.

La Coordinatrice Provinciale

prof.Concetta Cavallaro