Area V: incontro al MIUR su nuovo concorso, rinnovazione concorso Sicilia e mutamenti di incarichi dirigenziali…(da cislregionale)  

Si svolto ieri il preannunciato incontro con l’Amministrazione ( Direzione Generale del Personale della Scuola- Ufficio II)  avente per oggetto un’informativa sul bando di concorso per il reclutamento dei dirigenti scolastici,  sulla “rinnovazione” del concorso in Sicilia, a seguito delle sentenze degli organi di giustizia amministrativa e dei connessi interventi legislativi e sul conferimento e mutamento degli incarichi dirigenziali per l’anno scolastico 2011/2012.
Su tutti gli argomenti sono state fornite informazioni parziali ed interlocutorie, tant’è che tutte le OO.SS. rappresentative della V AREA hanno unitariamente posto la necessità di  un aggiornamento dell’incontro, avanzandone formale richiesta.

NUOVO CONCORSO
Rispetto al nuovo concorso per il reclutamento dei dirigenti scolastici è stata comunicata l’avvenuta autorizzazione da parte del MEF per 2.386 posti;  a seguito di ciò è stata preannunciata per il prossimo mese di giugno la data di emanazione del Bando con conseguente indicazione della data di presentazione delle domande entro il mese di luglio.
La presumibile data  di svolgimento della pre-selezione è stata ipotizzata per il 15 settembre.
La data è suscettibile di possibili slittamenti in relazione alla scelta, tuttora oggetto di approfondimento da parte del MIUR, dell’eventuale preventiva pubblicizzazione della “batteria” dei 4000/5000 quesiti a risposta multipla tra i quali verranno “sorteggiate” le 100 domande alle quali i candidati dovranno dare risposta. Supereranno questo primo step tutti coloro che, entro il tempo di 60 minuti, forniranno almeno 80 risposte esatte (Non si terrà conto delle risposte omesse e di quelle sbagliate, che non comporteranno – pertanto- alcuna penalizzazione).
La data di svolgimento delle due prove scritte è indicativamente prevista per il 30 ottobre, la cui correzione dovrà essere completata entro il 20 febbraio 2012.
Gli orali dovrebbero essere completati entro il 10 maggio, con conseguente completamento della documentazione dei titoli ( da parte di ciascun candidato  entro il 20° giorno successivo al superamento della prova orale) entro il 30 maggio.
Ciò dovrebbe consentire l’approvazione delle graduatorie di merito entro il 30 giugno, quale
presupposto per la “nomina” e il conseguente avvio della formazione quadrimestrale.

RINNOVAZIONE CONCORSO SICILIA
Per quanto riguarda la rinnovazione del concorso in Sicilia, di fronte agli indugi dell’Amministrazione, eccessivamente condizionata dagli esiti di ulteriori contenziosi giurisdizionali connessi alla riassunzione delle competenze da parte del TAR del Lazio, la CISL SCUOLA , unitamente a tutte le OO.SS. presenti, ha sostenuto con determinazione la necessità di un tempestivo avvio delle procedure perché possano essere completate in tempi utili per consentire agli interessati la partecipazione alle fasi della mobilità per l’a.s. 2011/2012, rimuovendo così un blocco forzoso, estremamente penalizzante per gli oltre 400 dirigenti scolastici “congelati”.

MUTAMENTI DI INCARICHI DIRIGENZIALI
Sul terzo argomento si è accesso un vivace confronto sugli effetti dei provvedimenti “Brunetta”; le OO.SS. hanno contestato il sistematico atteggiamento dell’Amministrazione ad arrogarsi la potestà di interpretazione autentica del CCNL della V Area- Dirigenti Scolastici- stipulato in data posteriore all’entrata in vigore del D.L.vo 150/2009, dopo aver superato tutte le certificazioni di rito, sia del Comitato di Settore che della Corte dei Conti.
Addirittura paradossale e irricevibile  è stato considerato un recente intervento del Dipartimento della Funzione Pubblica che esclude dal novero delle materie oggetto di contrattazione le modalità di utilizzazione delle risorse ai fini della formazione dei dirigenti scolastici, declassandole al mero confronto informativo.
Tutte le OO.SS. rappresentative si sono riservate l’adozione delle conseguenti iniziative di contrasto, non escluso l’avvio del contenzioso presso il giudice del lavoro.