Sono ammontati complessivamente a 44.795.946,32 euro i contributi erogati nel 2017 dalla Provincia a sostegno degli enti privati del Trentino che si occupano di formazione professionale e ai quali al 31 dicembre dello stesso anno erano iscritti 4.138 studenti.

A questo si aggiungono sedilaboratori tutti a spese delle case pubbliche, oltre ai compensi stellari dei dirigenti” attacca ancora Degasperi.

[Bugiardino. 44.795.946,32 euro : 4.138 studenti = 11.199 euro/studente! più dei 10.000 euro/studente calcolata da Civicum e Deloitte per il L.S. Leonardo da Vinci di Milano! v.p.]

Risultati immagini per trentino

——-

Scuole private trentine: metà delle risorse servono per pagare dirigenti e funzionari

By Redazione Trento –  

Sono ammontati complessivamente a 44.795.946,32 euro i contributi erogati nel 2017 dalla Provincia a sostegno degli enti privati del Trentino che si occupano di formazione professionale e ai quali al 31 dicembre dello stesso anno erano iscritti 4.138 studenti.

Solo i dirigenti, i direttori (esclusi quelli amministrativi) e i loro collaboratori, nel 2017-2018 sono costati 2.505,414,83.

A fornire questi e altri dati è l’assessore all’istruzione Mirko Bisesti nella sua risposta a un’interrogazione – la numero 90 del 29 novembre scorso – presentata da Filippo Degasperi (5 stelle) sui costi negli anni formativi 2016 e 2017 dei cinque centri di formazione professionale privati, finanziati al 100% dalla Provincia.

Secondo Degasperi vi è una “chiara sproporzione tra il numero di dirigenti e direttori rispetto al numero di studenti” iscritti a questi centri.

Nella sua risposta Bisesti segnala che i costi totali dei dirigenti e dei direttori (esclusi quelli amministrativi) negli enti di formazione professionale privata Enaip, Upt, Canossa, Veronesi e Artigianelli nell’anno formativo 2016-2017 ammontano a 1.590.998,82 euro e nell’anno formativo 2017-2018 arrivano a 1.649.621,16.

Il costo annuo dei collaboratori di direttori e dirigenti degli stessi enti era stato in tutto di 913.408,9 nell’anno formativo 2016-2017 e di 855.793,67 nell’anno formativo 2017-2018. Gli studenti complessivamente iscritti a questi enti al 31 dicembre del 2016 erano 4.113 ed esattamente 4.138 alla stessa data dell’anno dopo.

I finanziamenti, i contributi e altri corrispettivi complessivamente erogati dalla Provincia a questi enti nel 2016 erano stati pari a 42.714.343,73 e nel 2017 a 44.795.946,32.

L’assessore precisa poi che le sedi di proprietà della Provincia o acquisite in locazione dalla Pat sono messe gratuitamente a disposizione degli enti della formazione professionale.

E aggiunge che i canoni pagati annualmente dalla Provincia per mettere a disposizione queste sedi agli enti di formazione, eccezion fatta per le sedi di Artigianelli, Canossa e Veronesi che non sono di proprietà dalla Pat – sono stati complessivamente pari a 221.137,47.

§ https://www.lavocedeltrentino.it/2019/03/19/scuole-private-trentine-meta-delle-risorse-servono-per-pagare-dirigenti-e-funzionari/

+++++++

Scuole di Formazione professionale in Trentino, Degasperi: “un buco da 45 milioni l’anno”

Dura critica al mondo delle scuole private di formazione professionale da parte di Filippo Degasperi, Consigliere provinciale del Movimento 5 Stelle in Trentino.

Renzi aveva etichettato la Formazione professionale come un buco nero. Non aveva certo tutti i torti” sostiene il consigliere pentastellato in un comunicato stampa nel quale attacca i 45 milioni di euro attraverso i quali vengono finanziate le scuole private di formazione professionale.

Il sistema costruito negli anni dal Centrosinistra – continua Degasperi – che oggi ancora finge di scandalizzarsi per questi finanziamenti, prevede che la competenza primaria dell’Autonomia in materia di formazione sia quasi interamente appaltata ai privati“. “Senza bandi, senza gare, senza controlli che vadano oltre i meri aspetti formali, 5 fortunate ‘sorelle’ si spartiscono ogni anno una torta da 45 milioni di euro” denuncia il consigliere, che vorrebbe invece rivedere in mano pubblica la gestione di tali istituti.

A questo si aggiungono sedilaboratori tutti a spese delle case pubbliche, oltre ai compensi stellari dei dirigenti” attacca ancora Degasperi. “Urge un profondo ripensamento del modello che per noi non può che passare dal superamento di questo club di fortunate associazioni private, per arrivare a un’unica agenzia di formazione saldamente in mano alla Provincia. Anche su questo argomento non cambierà nulla?” conclude polemicamente il grillino.

§ https://secolo-trentino.com/politica-locale/scuole-formazione-professionale-trentino-degasperi-buco-45-milioni-anno/

+++++++

Scuole paritarie, il grosso granchio dei 10.000 euro per anno

§ https://www.tecnicadellascuola.it/scuole-paritarie-il-grosso-granchio-dei-10-000-euro-per-anno

+++++++