Verso una ragionevole soluzione la questione dei contratti ricusati dalla Corte dei Conti per i Dirigenti Scolastici della Sicilia che avevano ricevuto uno sgradito uovo pasquale…(da ceripnews)

 

 

con la comunicazione della ricusazione da parte della CdC del provvedimento, con correlato riconoscimento del debito pur avendo svolto regolarmente la loro prestazione professionale.
Nell’ultimo incontro con le OO.SS. regionali dell’Area V si è convenuto che l’amministrazione conferirà un nuovo incarico a decorrere dalle date del 13/02/2014 o 05/03/2014 (a seconda dei casi), fino alla scadenza dei contratti. Questa decisione consente di fugare le preoccupazioni manifestate dai Ds di dover restituire alcune somme percepire, mentre l’adozione del nuovo provvedimento è la prova provata del riconoscimento del debito da parte dell’Amministrazione.
La irrituale procedura richiesta ai Ds relativa all’ invio del POF e di una dichiarazione autovalutativa sugli “obiettivi/risultati raggiunti in coerenza con il POF, connessi all’incarico conferito al Dirigente Scolastico”,consentirà di percepire l’indennità di risultato relativa all’a.s. 2012/2013.
Le OO.SS. Regionali dell’Area V hanno ritenuto chiarificatrice informativa svoltosi nei giorni scorsi ed hanno ribadito che la questione è stata affrontata con trasparenza e piena assunzione di responsabilità da parte del Direttore Regionale e del Dirigente responsabile. Uno stile ed un atteggiamento che rassicura i Dirigenti Scolastici spesso destinatari di informazioni distorte e senza conoscenza alcuna dei provvedimenti emessi dall’Amministrazione a salvaguardia della categoria.