Ninni Bonacasa su Ceripnews ci informa che, con un laconico comunicato di appena tre righe, il Direttore Generale dell’USR Sicilia ha chiuso (almeno per ora!) il capitolo del mantenimento in servizio oltre il limite d’età per il personale del comparto scuola, compreso i Dirigenti scolastici, ed in forza dell’art. 1 del Dl 24-06-2014, n. 90, i Dirigenti degli A.T. della Sicilia sono stati invitati ad adottare i provvedimenti consequenziali…

Scontato che, se in fase di conversione in legge del Dl (entro il prossimo mese di agosto) si dovessero apportare modifiche sostanziali per il comparto, si dovranno rifare tutte le operazioni, con un gravissimo aggravio di tutte le strutture periferiche dell’Amministrazione, con il rischio – in caso di diverso avviso dell’Amministrazione – di qualche ricorso ben strutturato che qualsiasi giudice accoglierà subito, o nel volgere di pochi mesi, appalesando il danno patrimoniale evidente. E in tal senso i provvedimenti a favore emessi in altre regioni, anche in corso di quest’anno, non mancano!
Resta anche di capire – e lo sapremo mercoledì pomeriggio in sede di informazione alle OO.SS. Area V – se tutti i posti vacanti dei Ds pensionati d’ufficio, oltre a coprire i posti del neo vincitori del concorso rinnovato ex 2004, saranno affidati in reggenza. (n.b.)