Organico triennale di istituto, superamento dell’organico funzionale. Si creano le condizioni per 50mila immissioni in ruolo, 25  mila su sostegno, ( 2 su 3 da GAE),  e 10/12 mila ATA…(da scuolaathena)

 

“Profumo”di una nuova scuola.

ll prossimo  27 gennaio 2012, potrebbe essere un giorno importante per la scuola.

Dalla bozza che circola del  decreto legge,  Cresci-Italia, che dovrebbe essere approvato venerdì prossimo, tante e di rilievo sono le novità che potrebbero essere introdotte:

  • superamento della divisione artificiosa e illogica fra organico di diritto e organico di fatto;

  • introduzione dell’organico triennale  di istituto;

  • stabilizzazione dell’organico di sostegno e abolizione dell’organico funzionale;

  • innalzamento di un  anno dell’obbligo scolastico;

  • modifica delle percentuali di nomine in ruolo, in via provvisoria e fino all’indizione dei nuovi concorsi, alle GAE verrebbe  attribuita una percentuale superiore al 50% ( 2/3) 

  • risorse aggiuntive per “un’ autonomia responsabile” delle scuole.

Con queste innovazioni, dal 1° settembre 2012,  possiamo ipotizzare almeno 50 mila immissioni in ruolo per i docenti, la metà su sostegno, e 10/12 mila per gli ATA.

Una vera rivoluzione a costo zero che   ridarebbe certezze  alla scuola pubblica e serenità a tutti gli operatori.

Sentivamo il bisogno di voltare pagina,  di superare i disastri di un triennio sciagurato che ha messo in ginocchio la scuola  negando il futuro ai giovani e al Paese.

Se davvero questi provvedimenti saranno approvati, come ci auguriamo, inizieremo a sentire il “Profumo” di una nuova scuola.