“Un festival di eccezionale valenza artistica e culturale, realizzato in sinergia con la Regione Siciliana e gli Assessorati ai Beni Culturali e al Turismo, guidati da Alberto Samonà e Manlio Messina. Questa rassegna è nata dalla splendida intuizione di giovani imprenditori del mondo dell’arte e della cultura che nel 2019 hanno avviato un percorso con le istituzioni che ha tra l’altro permesso la valorizzazione un sito di incomparabile bellezza, il Teatro Greco Romano, e di presentare alla città e ai turisti rappresentazioni di eccezionale levatura”. lo ha detto, presentando nel municipio di Catania la seconda edizione dell’Amenanos Festival, in programma dal 16 al 26 settembre nel Teatro Greco Romano il sindaco di Catania Salvo Pogliese, che ha aggiunto: “Noi vogliamo ritagliarci uno spazio all’interno del programma culturale di valenza nazionale, anche in collaborazione con Taormina e Siracusa, che permetterà di incrementare i flussi turistici in tutta la Sicilia Orientale.
Il nostro teatro antico sarà inoltre sempre di più al centro di un percorso qualificante che vedrà il coinvolgimento del mondo scolastico, con il liceo Cutelli e altri istituti della provincia che, grazie al festival dei giovani inserito nel cartellone dell’Amenanos, farà avvicinare i ragazzi all’arte e alla cultura”.
Il ricco e variegato programma della manifestazione, messo a punto per il sito archeologico di via Vittorio Emanuele, potrà contare su attori e registi di straordinaria levatura a partire da Ugo Pagliai, Melania Giglio, Viola Graziosi, Graziano Piazza, Daniele Salvo. (ANSA).