Assunzioni: 5.120 prof in Lombardia, 206 in Molise. Dati ufficiosi su ripartizione regionale…

 

Dei 30.308 insegnanti che verranno assunti, dopo l’accordo siglato ieri all’Aran, 5.120 saliranno in cattedra in Lombardia, 3.200 nel Lazio, 1.590 in Sicilia. I dati sulla ripartizione regionale delle circa 67.000 immissioni in ruolo nella scuola – dati che non rivestono alcun carattere di ufficialità – sono stati resi noti dalla Cisl scuola.

dall’ANSA, 5.8.2011

Con l’incontro di ieri sono stati resi noti i criteri con cui il ministero intenderebbe procedere alla definizione dei contingenti di possibili assunzioni assegnati alle singole regioni.

Per quanto riguarda il personale Ata le assunzioni – spiega la Cisl -riguarderanno sostanzialmente tutti i posti vacanti e disponibili, non esistendo situazioni di esubero di cui tener conto. Per il personale docente le circa 30.000 assunzioni autorizzate coprono i tre quarti della effettiva disponibilità complessiva (circa 40.000 posti), dovendosi compensare la presenza di circa 10.000 docenti in esubero.

Poiché le situazioni di esubero, concentrate nella scuola primaria e soprattutto e nella secondaria di II grado (dove il numero degli esuberi supera quello dei posti vacanti), non possono essere compensate automaticamente con le disponibilita’ di posti, stante la differenza fra i diversi insegnamenti e le diverse aree territoriali, si e’ seguito un criterio che evita di scaricare gli effetti dell’esubero su singoli gradi di scuola o su singole aree territoriali. Nel dettaglio si coprono integralmente i posti di scuola dell’infanzia e di sostegno, dove esubero non ce n’e’; per la scuola primaria si attribuiscono a ogni territorio i posti vacanti moltiplicati per 0,7 (circa) (esempio: 100 posti vacanti, 70 assunzioni); per la scuola secondaria di I grado, l’indice di calcolo e’ circa 0,5; per ogni posto vacante per la secondaria di II grado l’indice e’ di circa 0,8.

RIPARTIZIONE REGIONALE DELLE ASSUNZIONI

REGIONE

DOCENTI

ATA

ABRUZZO

676

735

BASILICATA

287

293

CALABRIA

923

1.020

CAMPANIA

2.600

3.000

EMILIA ROMAGNA

2.940

2.700

FRIULI VENEZIA GIULIA

643

914

LAZIO

3.200

3.400

LIGURIA

695

800

LOMBARDIA

5.120

7.505

MARCHE

864

1.000

MOLISE

206

235

PIEMONTE

2.400

3.300

PUGLIA

1.900

2.250

SARDEGNA

849

683

SICILIA

1.590

2.100

TOSCANA

2.661

2.350

UMBRIA

511

615

VENETO

2.243

3.100

TOTALE COMPLESSIVO

30.308

36.000