Ogni anno si ripete la solita solfa. Le immissioni di fine agosto vengono ratificate a settembre. Ma, quando vengono ratificate, sembrano nuove assunzioni…

E allora c’è un momento di sgomento, a molti precari sembra pure di sognare ci saranno nuovi posti di lavoro!
E invece no. Come da sempre accade, alle assunzioni si procede non appena si ha certezza dell’indispensabile copertura di spesa, per poi veder concluso l’iter formale di autorizzazione in tempi successivi, talvolta anche qualche mese dopo che le nomine sono state fatte.
Le immissioni in ruolo, in realtà, sono già partite, ma all’atto pratico mancava la firma del CdM per l’adempimento formale. In questo modo, sono state assunti a tempo indeterminato, su posti effettivamente vacanti e disponibili, 15.439 docenti e 4.599 unità di personale ausiliario, tecnico ed amministrativo. «Il contingente – spiegano da Palazzo Chigi – comprende le unità di personale interessato alla procedura di statalizzazione dell’Istituto tecnico Aldini Valeriani Siriani di Bologna e del liceo linguistico Lincoln di Enna; analoga autorizzazione è stata data per l’assunzione di 13.342 unità di personale docente da destinare al sostegno di alunni con disabilità e di 620 dirigenti scolastici».
Quest’anno, però,  come sottolinea la Cisl scuola, la cosa ha assunto i toni della farsa e ci si è messo anche il Ministero: perchè la notizia  risulta lanciata dall’account @MiurSocial, in un tweet  in data 10 settembre, come si può facilmente verificare, chiuso dall’hastag #labuonascuola e dall’indirizzo @SteGiannini, che allude probabilmente alla Ministra in carica.
Ci chiediamo perchè viviamo in un’Italia così sensazionalista, che tende a illudere, ora più che mai, soprattutto attraverso i social network, tantissima gente .
Assunti altri 30mila nuovi docenti per l’anno scolastico 2014/15. Già. Almeno volesse Iddio…

Silvana La Porta

http://www.tecnicadellascuola.it/item/6058-assunzioni-nella-scuola-ma-poi-si-scopre-che-ci-sono-gia-state.html