Tra le intenzioni del MIUR c’è il prossimo bando del nuovo concorso per Dirigenti scolastici attraverso un corso-concorso gestito dalla Scuola Nazionale dell’Amministrazione con selezioni annuali in ragione dei posti disponibili, e potrebbe essere la volta buona per cancellare alcune recenti nefandezze regionali e la rituale messe di reggenze sui posti vacanti e disponibili…

Come è noto, l’infornata di ieri di 620 nuovi Ds è solo una piccola parte di una voragine che si era creata da tempo e che MEF e MIUR hanno sanato solo “in zona Cesarini”, per usare un termine calcistico, senza tuttavia trovare soluzioni valide diverse per la copertura di oltre mille posti vacanti residuali (607 istituti in tutta Italia + 475 istituti sottodimensionati).
In questa situazione davvero seria resta poco credibile la decisione di non accogliere la richiesta di proroga di 180 Ds che dal 1° settembre prossimo saranno collocati in quiescenza contro la loro volontà e avrebbero garantito una presenza stabile e consolidata ad altrettante scuole.

da ceripnews Ninni Bonacasa