Bonus di 10 punti: si perde per un trasferimento interprovinciale? Il punteggio una tantum di 10 punti può essere attribuito a coloro i quali hanno usufruito di trasferimento interprovinciale dopo aver maturato la continuità richiesta al punto D, titolo I della tabella di valutazione? La segreteria della scuola ha dubbi perché sono esclusi dall´acquisizione di tale punteggio coloro che, pur avendo maturato la continuità richiesta, abbiano usufruito di trasferimento provinciale…

Nel caso di cui al quesito il punteggio aggiuntivo di punti 10 per la continuità del servizio nella sede, una volta acquisito, non si perde se si ottiene, a seguito di domanda volontaria, il trasferimento in ambito interprovinciale.
Infatti le norme contrattuali che regolamentano la mobilità del personale della scuola per l´anno scolastico 2011/2012 prevedono alla nota 5ter del punto D della tabella di valutazione dei titoli e servizi (allegato D) che il punteggio riconosciuto per il servizio prestato continuativamente per 4 anni nella stessa scuola (quello di arrivo più i tre anni successivi in cui non si è presentata domanda), una volta acquisito, si perde esclusivamente nel caso in cui si ottenga, a seguito di domanda provinciale, il trasferimento, il passaggio o l´assegnazione provvisoria, fatta eccezione il caso di rientro nella scuola di precedente titolarità. Il termine “esclusivamente” limita la perdita del punteggio ai soli movimenti in ambito provinciale.

Quanto sopra è confermato dalla nota ministeriale prot. n. 3915 del 15 aprile 2010 inviata dal direttore generale del personale della scuola del Miur in risposta ad un quesito all´ufficio scolastico regionale per la Campania.