Rimborsi fino a 1.529 euro per la ritenuta TFR cancellata dalla Consulta…(da tuttoscuola)


 

Dal 1° gennaio 2011, dunque, la ritenuta previdenziale per il TFR che gravava sullo stipendio dei dipendenti statali non era dovuta, come ha sentenziato la Corte Costituzionale (sentenza n. 223 depositata l’11 ottobre 2012).

Per effetto di quella sentenza vi sono ora due buone notizie: dovrebbe esserci il rimborso delle ritenute indebitamente operate e non dovrebbe esserci più mensilmente la ritenuta sullo stipendio.

Tuttoscuola ha calcolato l’importo del rimborso per due anni, prevedendo che il nuovo regime previdenziale si applichi a decorrere dal 1° gennaio prossimo.

Come si può rilevare dalla nostra tabella ( http://www.tuttoscuola.com/ts_news_555-1.docx ), i rimborsi vanno dal minimo di 669 euro per l’iniziale del collaboratore scolastico al massimo di 1.556 di un DSGA a fine carriera.

Per i docenti di scuola infanzia e primaria l’importo dei rimborsi è compreso tra i 903 euro di inizio carriera e i 1.329 di fine carriera.

Per i docenti di scuola secondaria di I grado l’importo dei rimborsi è compreso tra i 974 euro di inizio carriera e i 1.462 di fine carriera.

Per i professori di scuola secondaria di II grado l’importo dei rimborsi è compreso tra i 974 euro di inizio carriera e i 1.529 di fine carriera.

In attesa dei rimborsi, lo stipendio mensile, per effetto della ritenuta cancellata, dovrebbe aumentare di un importo compreso tra i 25 euro dell’iniziale del collaboratore scolastico e 55 del prof di secondaria superiore a fine carriera.