1.400.000 studenti senza scuola e 20.000 insegnanti senza lavoro

altA pochi giorni dalla data fissata dal MIUR per l’apertura delle iscrizioni alle scuole superiori per l’a.s. 2010/2011 non si ha ancora notizia dei Regolamenti approvati dal Consiglio dei Ministri il 4 febbraio. Per il momento sul sito del MIUR sono stati pubblicati gli allegati ai Regolamenti, ma dei Regolamenti nessuna traccia. Gli allegati in assenza dei Regolamenti non hanno nessun tipo di valore legale, ma allo stesso modo non ne avrebbero i Regolamenti stessi fino alla loro pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.

Continua a leggere

Boom consensi per dossier RaiTre ‘La scuola fallita’

Mostra immagine a dimensione interaSta determinando reazioni a catena il servizio-inchiesta sui problemi che investono il mondo dell’istruzione, in particolare quella pubblica, trasmesso domenica sera su RaiTre all’interno della trasmissione ‘Presadiretta’: nelle ultime ore i commenti dei docenti e di tutti gli operatori scolastici, ma anche dei genitori e delle associazioni di settore, hanno invaso forum, giornali, blog ed in generale tutti i luoghi, compresi gli istituti, che hanno a che fare con la formazione degli studenti. Continua a leggere

Scuola:casse vuote, 54 dirigenti scrivono a Gelmini e Tremonti

altNiente soldi per le supplenze, ma neppure per l’acquisto della carta igienica e dei gessetti, né per le pulizie. Le scuole delle Marche sono al tracollo finanziario. 54 dirigenti scolastici hanno scritto ai ministri Gelmini e Tremonti per chiedere risorse per il normale funzionamento didattico e amministrativo degli istituti…

Continua a leggere

Iscrizioni: sotto assedio il contributo dei genitori

Materiale didattico

Mentre le famiglie si mettono in fila per iscrivere i figli a scuola sono sempre più numerose le segnalazioni di un uso improprio del contributo volontario dei genitori, usato prima per la tassa sui rifiuti, poi per le visite fiscali e i materiali di pulizia. Adesso ci si mette pure la circolare ministeriale n. 9537 del 14.12.2009 che dà indicazione alle scuole di utilizzare i finanziamenti non vincolati (fra i quali i più includono il contributo volontario dei genitori) per pagare gli stipendi dei docenti, il fondo incentivante per il personale e la ditta di pulizie.

Continua a leggere

La maternità non aumenta la popolarità della Gelmini

Mostra immagine a dimensione intera
La ragione del calo di gradimento verso la Gelmini è da imputare con tutta probabilità al varo della riforma delle superiori e alla contestuale conferma della riduzione degli organici. La maternità, che avrebbe potuto comportarle qualche punto di gradimento, evidentemente non è bastata (o forse è servita ad attenuare un maggior calo di gradimento).

Continua a leggere

Emissione straordinaria arretrati per il personale a tempo determinato

alt

Il 17 febbraio sarà predisposta, per il personale a tempo determinato del comparto scuola, un’emissione straordinaria per il pagamento degli arretrati sino ad ora non conguagliati. Si tratterebbe di un dato piuttosto consistente emerso nel corso di una ricognizione nella banca dati Spt…(da La tecnica della scuola)

Continua a leggere

Precari: la lenta (e spesso inutile) scalata alle graduatorie

alt

Migliaia di insegnanti hanno raggiunto la cattedra dopo anni di “scorrimento” in graduatoria. Si avanzava passo dopo passo. Errori, carte bollate, Tar, concorsi a singhiozzo. Un inferno, mentre l’esercito dei precari si faceva sempre più grosso. C’è chi in cima alla graduatoria non è mai arrivato. Non ha fatto in tempo…(da Il messaggero)

Continua a leggere

Le riduzioni di organico continueranno per altri anni ancora

alt

Alcuni organi di stampa hanno parlato di un taglio di organico dei posti di docente statale per quest’anno di oltre 42 mila unità, confondendosi con i dati dell’anno scorso. Dai resoconti sindacali sull’informativa sugli organici, avvenuta nei giorni scorsi presso il Miur, si desumono le cifre delle contrazioni di organico per il 2010-11: 25.500 posti di docente, in linea con il piano programmatico dell’autunno 2008…(da Tuttoscuola)

Continua a leggere

Progetti Leanza: calendario convocazioni 18-19 febbraio

alt

Il personale docente ed ATA interessato alla stipula dei contratti relativi ai progetti regionali è convocato il 18 e 19 febbraio 2010. Di seguito il calendario , le sedi delle convocazioni, l’istruzione e il modello di dichiarazione personale…(da cgilcatania) Continua a leggere

Cobas. “Consorsaccio” e sciopero del 12 marzo

altIl 17 febbraio 2000 centinaia di migliaia di docenti partecipavano allo sciopero e alla manifestazione nazionale che i Cobas avevano organizzato per dire NO al progetto del ministro Berlinguer e del centrosinistra (nonchè di Cgil-Cisl-Uil e Snals), intenzionati ad introdurre nella scuola, tramite quello che i Cobas chiamarono “il concorsaccio”…


Continua a leggere

Gelmini 15.2.2010: «Il 97% della spesa è destinato agli stipendi»

Mostra immagine a dimensione interaPiù volte il ministro a sostegno delle sue posizioni fa riferimento all’altissimo costo sostenuto dalla Stato per il personale scolastico: «Il 97% della spesa è destinato agli stipendi». E anche qui i numeri e le percentuali comunicate ai cittadini non rispecchiano la realtà. Leggendo con attenzione i dati del ministero si evince che la spesa per gli stipendi è inferiore al 74%, per l’esattezza è del 73,8%, ben al di sotto del 79% della media europea.




Continua a leggere

Gelmini: la mia riforma, una rivoluzione a favore di studenti e docenti

Mostra immagine a dimensione interaFatta la riforma non si sono comunque spente – ci mancherebbe – le polemiche. Il settore scolastico italiano si trova in gran tumulto pressoché in ogni suo frangente. E le voci di tutte le rappresentanze, politiche e sociali, non potevano risultare unanimi dopo l’approvazione di una riforma che lo stesso ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini non ha esitato e definire “epocale”…(intervista a MariaStella Gelmini) 

 

 

 

Continua a leggere

Essere precari? Allunga la vita

alt

Uno studio britannico a distanza di 20 anni su 7 mila insegnanti ha rivelato che i più annoiati hanno una vita più breve e due volte e mezza in più di probabilità di avere problemi cardiaci fatali: una piccola rivincita per i tanti nostri supplenti che alle soglie della pensione ancora non hanno assaporato la gioia dell’assunzione a titolo definitivo…(da Latecnicadellascuola)
Continua a leggere

L’indisciplina a scuola proiezione dei disvalori della società

altLa scuola è malata. Lo rivela, come dato vistoso, il comportamento dei ragazzi in classe.

Urla incredibili, nessuno siede più al proprio posto. Un ragazzino sui tredici anni, bello come il sole, trascina gli altri al più assoluto menefreghismo. L’insegnante travolta prova a riprendere il dominio della classe mettendo note di demerito sul registro. Una nota, due note, dieci note. 


Continua a leggere

Catania: scuole pericolose in caso di terremoto

Mostra immagine a dimensione interaLe scuole di Catania non sono in grado di reggere ai terremoti e, il Sindaco Stancanelli, vuole abbattere l’unico edificio scolastico antisismico (la scuola Pascoli). Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani e Sinistra Ecologia e Libertà hanno inviato oggi una richiesta di urgente incontro all’assessore alle politiche scolastiche del comune di Catania..

Nelle scuole “disubbidienti” … arrivano i commissari ad acta

alt

Arrivano i primi commissari ad acta Sono già numerose le scuole in cui i consigli di circolo e di istituto hanno deciso di non approvare il Programma Annuale. Per quelle stesse scuole l’Usr dovrà rapidamente nominare un commissario ad acta che provvederà comunuqe ad adottare il documento contabile….(da la tecnica della scuola)

Continua a leggere

Scuola fallita: il CIP Messina a Presa Diretta su Rai Tre

Mostra immagine a dimensione intera

E’ possibile garantire un’istruzione decente con i tagli? Lo stato deve alle scuole miliardi di euro di spese per il funzionamento ordinario. Gli inviati tornano accanto ai precari che hanno perso il lavoro, e ci spiegano i salti mortali di presidi e insegnanti per cercare di garantire ad ogni costo il funzionamento senza soldi per pagare manutenzioni, straordinari, supplenti. Domenica 14 febbraio su Rai Tre il CIP Messina ospite della trasmissione di Riccardo Iacona…

Presidi bresciani in rivolta: “Non abbiamo i soldi neppure per le fotocopie”

altLe scuole bresciane sono sul piede di guerra; nel mirino il ministro Maria Stella Gelmini e la sua politica dei tagli che avrebbe impoverito gran parte degli istituti del capoluogo lombardo. A mancare, e da circa un anno, sostengono, sono le retribuzioni accessorie per i docenti e i fondi per pagare i supplenti, fare manutenzioni e, addirittura, comprare la carta. Così la protesta dei dirigenti scolastici è sfociata ieri in un’assemblea organizzata dall’Asab, l’Associazione scuole autonome bresciane, alla media Bettinsoli. Continua a leggere