La Dirigenza scolastica, il Consiglio di Circolo, i genitori e perché no, anche gli alunni del Circolo didattico “Giovanni Verga” di Catania hanno voluto esprimere la loro piena solidarietà al Teatro Stabile di Catania in merito alla grave discriminazione subìta a fronte dei tagli apportati dalla Regione Sicilia…


I docenti in qualità di educatori sentono il dovere di difendere l’ente teatrale che storicamente, da generazione in generazione, ha promosso lo sviluppo culturale della città di Catania, apportandone un vivo contributo alla formazione sociale.

Un realtà territoriale artistica che in ogni tempo è stata capace di proporre un’offerta culturale sempre nuova ed istruttiva. E’ così che la pensano anche le docenti, pronte a manifestare i disagi creati non solo alla scuola ma anche alla cultura: “Il teatro è entrato a buon diritto a far parte dell’attività scolastica riscontrando pieno adempimento didattico e ricreativo al contempo, e non è certo di buon esempio mortificare la produzione artistica di un teatro, quale quello dello Stabile catanese il cui prestigio è riconosciuto in tutta la Nazione e che ha saputo esportare il nome di nostri autori conterranei in tutto il mondo. Il Teatro Stabile di Catania ha infatti portato oltreoceano la cultura della nostra Isola, sostenendola e restituendo piena dignità al popolo siciliano che vive e cresce nel rispetto dei sani valori civili e culturali alla base del nostro sistema educativo.

E’ nostro dovere dunque difendere l’alto valore educativo del Teatro esprimendo sostegno allo Stabile di Catania, augurando che i rappresentanti regionali possano coscientemente riflettere e rivedere le loro posizioni”.

La vicaria, del Circolo Didattico, Giusi Bellone ribadisce: “Noi crediamo nella capacità educativa del teatro ed apprezziamo gli sforzi produttivi sempre diversi e stimolanti che lo Stabile di Catania ha saputo negli anni offrire a garanzia dell’eccellente qualità artistica e ci auguriamo che tale offerta non venga mortificata con atti d’ingiustificata squalifica di fondi, ricordando che il teatro rappresenta un’altissima risorsa territoriale capace di rappresentare nel mondo autori nostri siciliani, tra i quali proprio Giovanni Verga.

Per questo la Dirigenza della Scuola “G. Verga” lancia un appello di aiuto e sostegno a favore dell’Ente Teatro Stabile di Catania indirizzato a tutti gli enti formativi e scolastici della città di Catania e della provincia, invitando ad esporre all’ingresso delle proprie strutture scolastiche un simbolico striscione di solidarietà nei confronti dell’ente artistico catanese”.

Con orgoglio si vuole dare voce ai bambini che vogliono esprimere il loro appoggio e la loro fratellanza verso una struttura culturale a loro cara e molto familiare: il Teatro Stabile di Catania.