Come vanno retribuite le ore aggiuntive all’insegnamento?…(da Gilda)



 
Ho presentato un progetto di musica rivolto ai ragazzi da realizzarsi all´interno dell´orario curriculare degli alunni, cioè all´interno delle 36 ore del tempo prolungato. Per me però sarebbero ore aggiuntive oltre le 18 ore obbligatorie di insegnamento e le presterei nel mio giorno libero lavorando con gruppi di alunni. Come mi dovranno essere retribuite tali ore aggiuntive? La DSGA sostiene che trattandosi di ore che si svolgono all´interno dell´orario curricolare degli alunni vanno pagate come ore funzionali all´insegnamento a 17,50 €. A parer mio invece trattandosi di orario aggiuntivo di insegnamento andrebbero pagate a 35 €. Qual è il vostro parere?

Le ore di insegnamento in progetto, in quanto aggiuntive all´orario cattedra di 18 ore, sono previste dall´art. 88 comma 2 lett. b, ove è precisato che “per tali attività spetta un compenso nelle misure stabilite nella tabella 5”. E la tabella 5 prevede per le ore aggiuntive di insegnamento una retribuzione di euro 35.

Non è prevista, né potrebbe prevedersi, una differenziazione retributiva dell´ora aggiuntiva di insegnamento in ragione della collocazione di tale ora in ambito curricolare o extracurricolare, ovvero in ragione di un fattore estrinseco rispetto alla specifica tipologia della prestazione lavorativa (che è di insegnamento e, in quanto tale, non può essere derubricata e trattata sotto il profilo retributivo come attività funzionale all´insegnamento).

Si rileva altresì, infine, che nel CCNL/2007, come nei contratti collettivi nazionali di lavoro precedenti, fra le due tipologie prestazionali (insegnamento e funzionali all´insegnamento) non vi è fungibilità, ossia possibilità di scambio: per questo a maggior ragione una prestazione di insegnamento non può essere retribuita come ora di attività funzionale all´insegnamento.