L’Anp esprime solidarietà ai presidi siciliani e sottolinea che si profila una soluzione politica…


CONCORSO ANNULLATO: LA DIREZIONE NAZIONALE DELL’ANP RIBADISCE LA PROPRIA SOLIDARIETA’ AI DIRIGENTI  SC. SICILIANI. PUBBLICHIAMO DI SEGUITO LA DICHIARAZIONE

“A seguito di diffida da parte dei ricorrenti contro l’effettuazione delle prove scritte già fissate per il 14 e 15 ottobre prossimi, prove che avrebbero dovuto segnare l’inizio della rinnovazione della procedura concorsuale annullata dal CGA Sicilia, il direttore dell’USR Sicilia ha sospeso l’effettuazione delle stesse prove, in attesa del giudizio di merito sui ricorsi, la cui prima udienza è stata fissata per l’11 novembre.
Si allontana dunque nel tempo la rinnovazione delle procedure e prende sempre più corpo l’ipotesi di una soluzione per via legislativa della questione che vede i 426 dirigenti siciliani, molti dei quali ormai al quarto anno di servizio, coinvolti senza loro colpa nella vicenda dell’annullamento del concorso, con le conseguenza che tale fatto ha portato con sé.
L’Anp, che ha sempre sostenuto le loro ragioni, ribadisce il proprio appoggio ai colleghi siciliani e alla ipotesi di soluzione per via politica rappresentata dalla proposta di legge Siragusa-Granata, già approvata da un ramo del Parlamento ed il cui corso auspica si possa concludere nel più breve tempo possibile.