Con l’Ordinanza N. 01767/2013 REG.PROV.CAU del 16.05.2013 il Consiglio di Stato, Sez. VI, pronunciandosi sul ricorso in appello proposto avverso l’ordinanza del TAR Campania che, come noto, aveva sospeso il Concorso per DS nella regione Campania, attraverso le seguenti e stringate motivazioni: ” Considerato, all’esito di una sommaria delibazione propria della fase cautelare, che l’incidenza di talune cause di incompatibilità, specificamente indicate negli atti difensivi delle parti, nella fase di svolgimento delle prove scritte nell’ambito del concorso per dirigente scolastico nella Regione Campania, indetto con decreto ministeriale 13 luglio 2011, presuppone l’acquisizione e l’analisi dei verbali redatti dalla commissione giudicatrice; che il primo giudice ha disposto, con l’ordinanza impugnata, l’acquisizione della predetta documentazione e ha fissato l’udienza pubblica del 3 luglio 2013;

che, nelle more della definizione nel merito della controversia, è necessario che rimanga sospesa la procedura concorsuale, al fine di evitare il consolidamento di fatto di situazioni la cui conformità alla legge non è stata ancora accertata con decisione resa all’esito dell’istruttoria disposta” ha rigettato l’interposto appello cautelare.

Pertanto, la procedura concorsuale resterà “congelata” sino alla pronuncia di merito da parte del TAR Campania, attesa per luglio p.v., che deciderà la questione dopo aver acquisito tutta la relativa documentazione già ritenuta indispensabile per la valutazione della fondatezza dei ricorsi proposti dai concorrenti esclusi.