Concorso Ds del 2004 in Sicilia: ricorrezione elaborati degli ammessi all’orale di Aldo Domenico Ficara…

 

08/05/2013

I candidati che non superarono la prova orale nel concorso a Ds del 2004 furono riammessi da una prima nota ministeriale e successivamente bloccati da una seconda nota, e oggi si ritrovano nelle stesse condizioni di coloro che furono bocciati alle prove scritte

Attraverso un avviso (prot. n. 9621 / Ufficio IV – Dirigenti Scolastici) pubblicato il 7 maggio 2013, l’Usr della Sicilia comunica che il giorno 16 maggio 2013 presso i locali della Direzione Generale dello stesso Ufficio scolastico regionale sita in via Fattori 60, Palermo, al pianterreno, si svolgeranno le operazioni dirette a rendere anonimi gli elaborati dei partecipanti al concorso per l’accesso alla qualifica di dirigente scolastico di cui al D.D.G. 22/11/2004 che non superarono a suo tempo la prova orale.

Questi elaborati dovranno essere nuovamente corretti in esecuzione di quanto disposto da vari provvedimenti cautelari del Tar Lazio, atteso il parere espresso in merito dall’Avvocatura Generale dello Stato con nota prot. n. 170305 del 17/4/2013. Sempre nello stesso avviso è evidenziato che sarà cura dell’Usr comunicare ulteriori date eventualmente necessarie al completamento dei lavori. In altre parole, alla luce di questo avviso, i candidati che non superarono la prova orale nel concorso per Dirigenti scolastici (D.D.G. 22/11/.2004), ammessi, qualche mese fa, direttamente all’orale da una prima nota ministeriale e successivamente rimessi in discussione con una seconda nota ministeriale, oggi si ritrovano nelle stesse condizioni di coloro che furono bocciati alle prove scritte.

In caso di bocciatura nella ricorrezione degli scritti scatteranno sicuramente nuovi ricorsi amministrativi, perche questi possibili esclusi dal concorso potranno fare leva su precedenti atti amministrativi tesi a sanare un difetto della legge Siragusa. A questo punto ci si chiede se il prossimo 1° settembre in Sicilia per le dirigenze scolastiche ci saranno immissioni in ruolo e soprattutto da quali graduatorie.