Concorso DS in Sicilia: le trame di un possibile ricorso…(da Latecnicadellascuola)

di Aldo Domenico Ficara
11/12/2012

Gli esclusi dalle prove orali del concorso per Dirigenti scolastici in Sicilia, forti dell’ ultima sentenza del TAR del Molise, si stanno interrogando su possibili irregolarità riguardanti le procedure concorsuali, con particolare attenzione alla composizione della commissione giudicatrice
Partendo dal decreto prot. 487 del 10 gennaio 2012 il Direttore Generale dell’USR Sicilia, che ha integrato il decreto prot. 16135 del 4 ottobre 2011 con la seguente sottocommissione ( Prof. Iannello Irene, Dirigente Scolastico in quiescenza; Dott. Lombardo Orazio, Dirigente Scolastico in quiescenza e Dott. Porto Carlo, Funzionario amministrativo area C, presso U.S.A.T. di Catania ), cominciano a circolare nel web illazioni sul Dirigente Scolastico in quiescenza Iannello Irene. 
La professoressa Iannello avrebbe tenuto corsi di preparazione al concorso DS, pertanto se tutto questo fosse ufficializzato da una sentenza, determinerebbe la sua incompatibilità con il ruolo di componente della commissione.
Quanto detto, secondo alcuni docenti esclusi dal concorso, potrebbe essere motivo di annullamento del concorso. Se ci sarà un ricorso amministrativo basato su tali informazioni ( tutte da verificare ), si dovrà attendere il giudizio del TAR competente, rispettando le sue decisioni.
Per dovere di cronaca concorsuale si riporta il link del corso organizzato dalla ASASI dove compare il nominativo della Professoressa, ma la sua effettiva partecipazione rimane tutta da dimostrare.