alt

Egregio presidente dell’ANP, mi permetto di replicare alla sua nota perché ritengo doveroso rilevare che l’annullamento del concorso non è stato conseguenza di un mero atto formale, che sarebbe comunque molto grave,  ma piuttosto  nella sua essenza ha natura ampiamente sostanziale…(riceviamo dall’avvocato, nonchè collega, Giuseppe D’Urso e pubblichiamo)
Infatti, la valutazione invece che da tre è stata effettuata da due soli elementi e questo, se lo lasci dire, non è solamente forma, ma sostanza. Mi preme, inoltre, evidenziare  che Ella ha taciuto un dato altrettanto rilevante. Mi riferisco all’”inezia”, se così la possiamo chiamare che gli elaborati, composti in media da 8 o 10 pagine, scritti a mano e con grafie non sempre chiare, sono stati “corretti” mediamente  in poco più di due minuti. Le chiedo sig, Presidente, che conosco come persona molto equilibrata, competente ed attenta, Le è mai capitato di poter valutare uno degli elaborati dei suoi allievi nell’arco di tempo di un paio di minuti? Le ricordo che in questo tempo è compreso anche quello di apertura delle buste, abbinamento del nome, redazione del verbale, formalizzazione del voto e forse, qualcuno direbbe anche la pausa caffè. Ne discende egregio presidente che, come ha affermato lo stesso Direttore Generale dott. Guido Di Stefano nel corso della trasmissione mi manda Rai tre, tali elaborati non potevano essere corretti in un tempo così ridotto. Orbene, se è pacifico che gli elaborati non potevano  essere valutati in un tempo così  breve, fatto acclarato dall’attribuzione di voti altissimi a compiti che, vista la tipologia degli errori, se redatti da uno studente agli esami di stato  ne avrebbero determinato la bocciatura, Le chiedo, sulla base di cosa è stata redatta la graduatoria di merito? Sulla base di quale parametro la Commissione ha deciso che il prof. A era competente e il prof. B invece doveva essere bocciato?
Ritengo opportuno che i lettori siano correttamente informati dei fatti, quei fatti che su certi siti illegittimamente gestiti da persone interessate, vengono taciuti e mistificati.
Saluti.
Giuseppe D’Urso.

Leggi i precedenti interventi di Salvatore Scalia e Riccardo Occhipinti

Related Posts

Mythos Opera Festival, l’11 agosto al Teatro antico di Taormina in scena Aida

Mythos Opera Festival, l’11 agosto al Teatro antico di Taormina in scena Aida

Festival dei teatri di pietra: grande successo a Taormina per Cavalleria rusticana

Festival dei teatri di pietra: grande successo a Taormina per Cavalleria rusticana

Con la Traviata a Taormina gran rentreé del Teatro Massimo Bellini

Con la Traviata a Taormina gran rentreé del Teatro Massimo Bellini

Una scintillante Carmen  inaugura con un sold out la stagione lirica 2020 del Massimo Bellini

Una scintillante Carmen inaugura con un sold out la stagione lirica 2020 del Massimo Bellini

“Sempre tua” alla sala Roots, commuove la poliedrica Antonella Caldarella

“Sempre tua” alla sala Roots, commuove la poliedrica Antonella Caldarella

L’oboe di Francesco Di Rosa diretto da Hirofumi Yoshida incanta il Teatro Massimo Bellini

L’oboe di Francesco Di Rosa diretto da Hirofumi Yoshida incanta il Teatro Massimo Bellini