Tuttoscuola.com fa il punto sull’organico di diritto…


“Sullo schema di decreto interministeriale per le dotazioni organiche di diritto del personale scolastico per l’anno scolastico 2014-15, stiamo assistendo ad una serie di attacchi e di critiche al Ministero dell’Istruzione, colpevole, secondo alcuni esponenti sindacali, di non volere assegnare nuovi posti nonostante l’aumento della popolazione scolastica. La critica rileva il fatto, in particolare, che la consistenza dell’organico docente su posti comuni è uguale esattamente a quella dell’anno precedente: 600.839 unità, né una di più né una di meno. Aggiungiamo noi che la consistenza di 600.839 posti è identica da quattro anni a questa parte. Un organico di diritto congelato a 600.839 posti mentre aumenta il numero degli alunni. … Un ostacolo, per il momento insormontabile, in effetti c’è: una norma di legge che ha congelato gli organici ai valori del 2011-12 (art. 19, c. 7, legge n. 111/2011)”. …“L’Emilia-Romagna batte cassa per 800 posti in più. 35 mila alunni in più nel quinquennio…. Come riferisce l’agenzia DIRE, l’assessore regionale all’Istruzione dell’Emilia-Romagna, Patrizio Bianchi, chiede ufficialmente al ministro Stefania Giannini 800 posti di docente in più… La regione emiliano-romagnola ha registrato tra il 2009-10 e il 2013-14 un aumento di quasi 35 mila alunni ed ha avuto assegnate quasi mille nuove classi. Ma l’assessore Bianchi per quest’anno sembra proprio volere di più, molto di più. Poiché gli organici non sono il pozzo di San Patrizio, il ministro Giannini sarà costretta ad usare un metro di rigorosa perequazione nella distribuzione delle risorse umane per dare risposta alle richieste dell’Emilia” “Anche il Piemonte batte cassa per un incremento dell’organico. In 5 anni le scuole piemontesi hanno registrato un aumento di oltre 18mila alunni… Il Presidente della Regione Piemonte ha inviato una lettera al ministro per richiedere, in base ai dati effettivi, di riparametrare l’attribuzione dei docenti per le scuole piemontesi, con la previsione di un incremento di almeno 160 unità rispetto a quanto assegnato lo scorso anno scolastico. Complessivamente negli ultimi cinque anni il Piemonte ha registrato un aumento di 18.283 alunni, che ha comportato un incremento di 202 classi, confermando la tendenza all’incremento denunciata. (Fonte: tuttoscuola.com – 25 giugno 2014)