Dimensionamento concluso al Tavolo Tecnico Regionale riunitosi in Via Ausonia a Palermo con una due giorni stressante, ma non è finita qui…(da ceripnews)

 

 

 


Ecco i numeri, almeno fino a stasera: Agrigento: +3, Caltanissetta: +2, Catania: +9, Enna: +3, Messina: +6, Palermo: +16 (*), Ragusa. +5, Siracusa: +5, Trapani: +6; per un totale di 55 nuove Istituzioni normodimensionate previste per il prossimo anno scolastico.
Ma domani potrebbe essere davvero un altro giorno: l’assessore Nelli Scilabra – la grande assente in tutte le operazioni condotte al Tavolo – domani convoca tutti per comunicare alcune modifiche di cui si assumerà personale responsabilità.
Fra cose fatte in maniera più o meno abborracciata e cose da aggiustare ancora, oggi si è registrata anche la sceneggiata di un istituto palermitano che ha organizzato un sorta di sit-in spontaneo davanti l’Assessorato; anche così si riesce a fare spettacolo e forse, chissà, conseguire risultati!
Al di là dei ritocchi – speriamo in meglio! – che potranno essere annunciati domani dall’Assessore, adesso il Piano è quasi pronto per approdare al Viale Trastevere per l’Intesa.
Sarà possibile conquistare una deroga di appena una nuova Istituzione fuori budget programmato nella Conferenza Stato-Regioni e su cui l’USR Sicilia avanza concrete riserve? Si saprà presto, anzi prestissimo, sempre che al Miur, ancora alle prese con l’espletamento del concorsone, sappiamo anche porre attenzione a queste cose. (n.b.)
 
– – – – –
(*) da sommare l’eventuale statalizzazione del Liceo Linguistico.