altIl Collegio del mio Liceo linguistico, nel tentativo di conservare l’offerta formativa dei programmi Brocca, ha votato a maggioranza una delibera che stabilisce di mantenere i moduli orari di 55 minuti e di ‘restituire’ agli studenti i residui orari accumulati sotto forma di 3 moduli orari aggiuntivi in Latino, Matematica e Scienze, discipline che nei piani orari della riforma, vedono il loro monte ore ridotto di una o due ore…(da Treccani)


Si è inoltre ventilato di usare lo stesso escamotage per resuscitare nel triennio il Latino, disciplina che nei piani orario della Riforma è stata del tutto abolita. Le sarei grata se potesse fornirmi chiarimenti sui termini di legittimità della suddetta delibera.

Risposta

Dai fatti in narrativa la deliberazione sembrerebbe legittima. Essa sembrerebbe informata al principio delle flessibilità didattica di cui all’articolo 4, comma 2, lettera b) del decreto del Presidente della Repubblica, a sua volta attuativo del principio di autonomia delle istituzioni scolastiche consacrato nell’articolo 117 della Costituzione.