Il Teatro Massimo Bellini si è vestito di giovinezza e note fresche martedì 24 aprile, nell’ambito della stagione della Camerata Polifonica Siciliana inserita nel cartellone “Un palcoscenico per la città”, con il concerto dell’Orchestra di fiati Regionale Fe.ba.si. (Federazione Bande Sicilia) diretta dagli infaticabili maestri Salvatore Tralongo e Alfio Zito…

Hanno davvero allietato il foltissimo pubblico tanti musicisti in erba (la loro età media non supera i vent’anni), che ormai rappresentano il fiore all’occhiello della Federazione Bande Sicilia, sintesi di buona parte dei talenti delle bande musicali isolane; e hanno dato un’ottima prova delle loro capacità tecniche e interpretative, affrontando un programma insolito, di non facile esecuzione e mostrando un affiatamento perfetto con i loro direttori: dalle “Le Maschere” di Pietro Mascagni, arrangiata per banda dallo stesso maestro Salvatore Tralongo, al simpaticissimo e coinvolgente“Il Si-gnor Fagotto”, scritta per fagotto solo e banda dal compositore francese Maxime Aulio, che ha visto la partecipazione del bravo e appassionato giovane fagottista Mirko Calcaterra.

Ciliegina sulla torta l’esecuzione della colonna sonora del “Fantasma dell’Opera” di Andrew Lloyd Webber, arrangiato per banda da Joahn De Meij, che ha trasportato gli ascoltatori in un’atmosfera dolce e sognante.

Tanti scroscianti applausi finali, due bei bis e una consapevolezza: il lavoro dei maestri Alfio Zito e Salvatore Tralongo sta dando dei frutti splendidi, che fanno onore alla Sicilia in ambito europeo. Davvero la nostra isola ha tanta vitalità in ambito musicale, basta solo scoprire i talenti e coltivarli con cura e amore. Ed è proprio questo lo spirito sotteso alla giovane Febasi…

Silvana La Porta