Formazione professionale: Sicilia, presidi davanti alle prefetture…(da cgilscuola)

 

Il personale è allo stremo, la situazione è gravissima.

22/05/2013

 

 

 

A cura dell’Ufficio Stampa CGIL Sicilia

Centinaia di lavoratori della formazione professionale hanno partecipato ai presidi davanti le 9 prefetture dell’isola, organizzati da FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola nell’ambito della mobilitazione, per denunciare  i “gravissimi ritardi della Regione, che non sblocca i mandati di pagamento delle retribuzioni”.

“Il personale – dice Giusto Scozzaro, segretario generale della FLC Sicilia – è ormai allo stremo con ritardi inaccettabili e umilianti che pesano sulle condizioni materiali dei lavoratori e sulla loro serenità.

Questa situazione – specifica – riguarda la quasi totalità dei lavoratori impegnati nelle tre filiere: Oif, sportelli multifunzionali e formazione”. Scozzaro aggiunge “ai prefetti abbiamo rappresentato la gravità della situazione e la preoccupazione per le tensioni sociali che stiamo registrando. La Regione e l’assessorato – sottolinea – si stanno assumendo una gravissima responsabilità”. 
Il segretario della FLC dice ancora: “Abbiamo chiesto di mettere in campo azioni straordinarie organizzando una task force negli uffici del dipartimento istruzione-formazione e della ragioneria per sbloccare gli stipendi in pochi giorni”. E conclude: “”Rimane confermato il programma delle manifestazioni con i presidi davanti i centri per l’impiego e uffici del lavoro della Sicilia per il 27 maggio e lo sciopero regionale di tutta la categoria per il 4 giugno”.