Graduatorie a pettine: Anief perde in Cassazione…(da gilda)


Le controversie sulle graduatorie a esaurimento rientrano nella sfera di cognizione del giudice ordinario


martedì 14 dicembre 2010

Le controversie sulle graduatorie a esaurimento rientrano nella sfera di cognizione del giudice ordinario: è quanto stabilisce la Corte di Cassazione a sezioni riunite che, con la sentenza numero 22850 del 10 novembre 2010, ha chiarito la vicenda delle graduatorie a pettine.

“Accogliendo le tesi sostenute dalla Gilda degli Insegnanti
– commenta il coordinatore nazionale, Rino Di Megliocrolla il castello di carte costruito dall´Anief.

Come spiega la Corte di Cassazione, infatti, poiché le graduatorie non sono concorsi, l´organo competente a dirimere le controversie in materia non è il giudice amministrativo, ma quello ordinario. Tutti i ricorsi presentati da questo sindacato, dunque, cadranno prima della discussione di merito”.

Roma, 14 dicembre 2010
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti