Graduatorie: ANIEF diffida gli A.T. dal non inserire nelle graduatorie 2009-2011 tutti i ricorrenti…(da Anief)
   

Dopo aver ottenuto l’inserimento a pettine dei soli propri ricorrenti con un commissariamento attivo, il sindacato invita tutti gli altri ricorrenti Tar Lazio e PdR a inviare una diffida agli Ambiti territoriali provinciali di coda per ottenere lo stesso diritto prima delle prossime immissioni in ruolo, retrodatate al 2010 secondo il DL 70/2011. Richiedi il modello.

Al di là delle comprensibili menzogne di scadenti, immemori, falsi sindacalisti – ciechi di fronte alla riformulazione in auto-tutela di questi giorni delle graduatorie di 101 province con l’inserimento a pettine di oltre 3.000 ricorrenti Anief per il biennio 2009-2011 da cui attingere per le prossime immissioni in ruolo retrodatate – che in malafede continuano a diffamare l’azione sindacale dell’Anief criticando una fantomatica inutile dispendiosa azione legale intrapresa (forse si riferiscono agli inconcludenti contro-ricorsi?), al di là delle interrogazioni parlamentari da campagna elettorale circa il corretto operato del commissario ad acta o dell’avvocatura dello Stato, l’Anief preferisce continuare ad agire. Per questo denunciamo l’eventuale irregolare immissione in ruolo retro-datata per il 2010-2011 da graduatorie che non contemplino anche tutti gli altri ricorrenti che hanno chiesto al Tar o al Presidente della Repubblica il riconoscimento dello stesso diritto all’inserimento a pettine, diritto che ha assunto valore di giudicato dopo la sentenza definitiva del Consiglio di Stato e la decisione della Consulta ripresa, peraltro, nelle premesse del nuovo decreto di aggiornamento, insieme alla sentenza del Tar Lazio.

Per questa ragione, Anief, in vista delle prossime immissioni in ruolo retroattive e in assenza di dati certi circa numero esatto, consistenza provinciale e per classe concorsuale dei nuovi posti disponibili per la stipula dei contratti a t. i., invita tutti i soci iscritti ricorrenti al Tar Lazio dei ruoli e al PdR non commissariati o in attesa di pronunciamento ad inviare una e-mail all’indirizzo diffida.pettine@anief.net per ricevere il modello di diffida da inviare agli Ambiti territoriali provinciali di coda, in via cautelativa, prima dell’assegnazione dei nuovi incarichi a tempo indeterminato per l’anno scolastico 2011-2012. La mail dovrà tassativamente essere così predisposta:

Oggetto della mail:

– Se inseriti in uno dei ruoli TAR 2009 (nn. 3737/095069/095071/095462/095463/095464/09) privi di commissariamento: “Richiesta diffida pettine TAR 2009”.

– Se inseriti in uno dei ruoli TAR 2010 (nn. 10383/1010384/10) privi di ordinanza: “Richiesta diffida pettine TAR 2010”.

– Se ricorrenti al Presidente della Repubblica: “Richiesta diffida pettine PdR”.

Testo della mail: cognome e nome; codice fiscale; telefono fisso; telefono cellulare; se ricorrente al TAR: indicare il proprio numero di ruolo (es. 3737/09); se ricorrente PdR: inserire la dicitura “Ricorrente PdR”.

Possono richiedere la diffida anche coloro che non si sono affidati precedentemente all’Anief ma che intendono iscriversi per l’occasione e per il proseguo dell’azione legale già intrapresa.

N.B.: per richiedere il modello di diffida è assolutamente necessario essere in regola con l’iscrizione ad Anief per il 2011 (se già soci) o provvedere immediatamente all’iscrizione (se ancora non iscritti).