Le graduatorie provinciali ad esaurimento non hanno più ragione di esistere,  bisogna presto  trasformarle, con un provvedimento legislativo,  in  graduatorie ad esaurimento nazionali ( G.E.N. ) con libere opzioni annuali  da poter esercitarsi su tutto il territorio nazionale, ben vengano ,in sede di formulazione della GEN,  tutti  i controlli a garanzia della correttezza delle procedure amministrative nella determinazione di punteggi, preferenze e precedenze. Come sapete,  questa è la mia posizione di sempre, fin dal 2008…

 Le polemiche di questi giorni, nate dopo la pubblicazione delle graduatorie provvisorie delle GE, che registrano  un consistente trasferimento degli aspiranti  dal Sud verso il Centro  e il Nord, le trovo trite e ritrite, divisive e stucchevoli , argomentazioni in passato fatte proprie dalla  Lega e da  qualche sindacato in cerca di iscritti tra i precari del Nord.  Contro coloro che deprecano  i cosiddetti  “ esodi”   e contro chi si erge ad  interessato  difensore degli ambiti provinciali di permanenza,  noi opponiamo le ragioni della Costituzione. Si  eliminino, una buona volta,  tutte le cause ostative  alla  libera circolazione su tutto il territorio nazionale  e  alla  stabilizzazione degli  insegnanti, , le graduatorie provinciali, il totoprovince triennale, è un limite oggettivo che va superato.

Libero Tassella