“Quando nel Veneto la Lega ha preso in mano la Regione, la formazione professionale pubblica è stata dismessa e il servizio esternalizzato. Il tutto senza considerare che ovviamente ad accedere a questo segmento formativo spesso sono giovani svantaggiati economicamente e socialmente”.

——-

Granato (M5S): “Pd complice nel delirio neoliberista della regionalizzazione”

Il tema della regionalizzazione è al centro del dibattito politico in tema di scuola.

La senatrice Bianca Granato (M5S) è una delle più attive sull’argomento. Sulla propria pagina Facebook rincara la dose sul tentativo della Lega di regionalizzare l’istruzione: “Quando nel Veneto la Lega ha preso in mano la Regione, la formazione professionale pubblica è stata dismessa e il servizio esternalizzato. Il tutto senza considerare che ovviamente ad accedere a questo segmento formativo spesso sono giovani svantaggiati economicamente e socialmente”.

“2 piccioni con una fava: sgravarsi del fardello dei diritti di studenti e lavoratori in un colpo solo e distribuire soldi agli amici degli amici”, aggiunge la senatrice.

Granato, però, attacca anche il Partito Democratico: “Tutto ciò grazie alla complicità del PD che con la pre-intesa del 28 febbraio 2018 aveva dato la liberatoria al delirio neoliberista più ignobile mai perpetrato nel nostro Paese, quello che avrebbe privato i nostri giovani capaci e privi di mezzi di quelle ignare regioni dell’unica opportunità di mobilità sociale che avrebbero mai avuto nella loro vita”.

§ https://www.tecnicadellascuola.it/granato-m5s-pd-complice-nel-delirio-neoliberista-della-regionalizzazione

+++++++