Ha convinto e dilettato il pubblico del Teatro Sangiorgi per la serata inaugurale della rassegna “Sangiorgi in musica” l’Orchestra Fiati Regionale Siciliana (Fe.Ba.Si) formata dai migliori allievi provenienti da tutte le province della Sicilia, diretta in pianta stabile  dai maestri Alfio Zito e Salvatore Tralongo…

La Fe.Ba.Si. (Federazione Bande Siciliane) altro non è che una confederazione di musicisti che operano nelle bande e nei gruppi strumentali della Sicilia: un progetto ambizioso quello dei due maestri che sta dando, già da alcuni anni, risultati lusinghieri.

Il programma della serata è stato poi azzeccato per la sua varietà che ha permesso ai giovani musicisti di manifestare le loro migliori qualità di esecutori: dal classico ( i ballabili del Trovatore e la splendida Sinfonia nobilissima di Andrè Vagren) fino al frizzante Tico tico e Un americano a Parigi, che con la sua grande varietà di accenti ritmici è stato forse il brano che ha meglio evidenziato l’afflato dell’ensemble e il suo feeling con i due direttori, sempre incisivi e capaci di trarre il massimo dalle doti dei loro allievi.

Siamo molto lontani dalla banalizzazione e dal declassamento a musica di serie B che oggi troppo sovente, e ingiustamente, si attribuisce alle bande musicali. Alfio Zito e Salvatore Tralongo hanno davvero fatto un ottimo lavoro con l’utilizzo di repertori musicali adatti e la creazione, grazie a tanti bravi musicisti, di un’unica grande orchestra. Non chiamiamola più banda, se per banda intendiamo musica di livello inferiore, sfatiamo i pregiudizi…

Silvana La Porta