“Il principe ranocchio” al Teatro Ambasciatori incanta grandi e piccini

E’ stata una bella inaugurazione quella della stagione “Ridi che ti passa” per una produzione “Buio in Sala” al Teatro Ambasciatori domenica 10 novembre. Una festa per grandi e piccini (cui sono stati regalati colorati palloncini) con la messa in scena del musical “Principe ranocchio”, uno dei più bei racconti dei Fratelli Grimm, abilmente adattato per il palcoscenico da Giuseppe Bisicchia, autore della regia insieme a Massimo Giustolisi.

E già l’incipit ha creato un’atmosfera di vera e propria magia: la voce di Lorella Cuccarini, infatti, impreziosita dalle belle immagini digitali, merito del buon gusto di Andrea Ardizzone, di una stella cadente, ha evocato tutti i buoni sentimenti che poi avrebbero albergato sulla scena: l’amore, l’amicizia, il rispetto contrapposti alla violenza e al rifiuto del diverso.

Sul palco, grazie a una brava compagnia di attori (Ester Salerno, Davide Rao, Leonardo Monaco, Federica Fischetti, Pietro Grasso, Valeria Mazzaglia, Giuseppe Miller), alle belle musiche originali di Ettore D’Agostino, le accattivanti coreografie di Giorgia Torrisi e i divertenti costumi di scena di Baco da seta, si è dipanata la storia dello sfortunato Cracrà, delicatamente interpretato da Daniele Virzì, e della bella Lorelai, una convincente Floriana Renna, che perseguitati dagli inganni della strega, (la cattiva al punto giusto Giovanna Sesto), hanno dovuto lottare contro i soprusi del sempre bravo Massimo Giustolisi (che avevamo avuto modo di apprezzare nel ruolo di Giovanni Boccaccio del Decamerone l’anno scorso) nel ruolo di Visodoro. Il tutto condito dalle sonore risate dei tantissimi bambini presenti in sala, che hanno trascorso un pomeriggio davvero esilarante.

Alla fine il bene, come sempre nelle favole, ha trionfato sul male. E la magia delle fiabe ha lasciato una piacevole scia di sogni…

Silvana La Porta

 

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.