Il punteggio di servizio non può passare da una graduatoria all’altra…(da Tuttoscuola)


 

Il Consiglio di Stato ha chiuso forse definitivamente un contenzioso che durava da molto tempo, riguardante la possibilità per i docenti precari già iscritti in una graduatoria di trasferire il punteggio di servizio anche in una graduatoria di altra classe di concorso.

Il ricorso patrocinato a suo tempo dall’Anief era stato accolto dal Tar con sentenza 03062/2009 contro un decreto ministeriale del 15 marzo 2010, in forza del quale per l’aggiornamento della graduatoria ad esaurimento 2007-2009 venivano valutati eventuali nuovi titoli, con esclusione però dell’attribuzione di punteggio per servizio prestato in altra classe di concorso.

Il Tar aveva, invece, ritenuto fondato il ricorso di docenti che, in assenza di esplicita previsione normativa, avevano richiesto la valutazione di tale punteggio anche per altra graduatoria.

Il Miur aveva presentato appello al Consiglio di Stato, sostenendo un’interpretazione restrittiva della norma sulle graduatorie ad esaurimento, forte anche del fatto che nel frattempo era intervenuta una norma di legge (art. 1, comma 4-quater del decreto legge 25 settembre 2009 n. 134, aggiunto in sede di conversione dalla legge 4 novembre 2009, n. 167) che ha testualmente previsto: “Nelle operazioni di integrazione e di aggiornamento delle graduatorie permanenti di cui all’articolo 1 del decreto-legge 7 aprile 2004, n.97, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 giugno 2004, n.143, trasformate in graduatorie ad esaurimento dal citato articolo 1, comma 605, lettera c), della legge n.296 del 2006, e successive modificazioni, da disporre con decorrenza dal 1 settembre 2009 per il biennio scolastico 2009-2010 e 2010-2011, non è consentito modificare la scelta già precedentemente effettuata in merito all’attribuzione del punteggio per i servizi prestati in relazione ad una o più specifiche graduatorie”.

Sulla base di tale ultima norma, il Consiglio di Stato, con decisione n. 7595 del 20 ottobre 2010, ha, pertanto, accolto l’appello del Miur e chiusa definitivamente la questione: il punteggi per servizio non può valere per graduatorie relative a classe di concorso diversa.