In Calabria presidenti agli esami di stato senza titolo di L.F…(da Latecnicadellascuola)

24/06/2012
In Calabria, in alcune commissioni di esami di Stato della scuola secondaria di secondo grado, sono stati nominati, in prima battuta, presidenti non idonei a ricoprire il ruolo assegnatogli.
Caso incredibile e increscioso! Alcuni dirigenti di scuole secondarie di primo grado e scuole primarie, pur non avendo titolo di abilitazione per l’insegnamento negli istituti di scuola secondaria di II grado, hanno fatto ugualmente domanda e, fatto ancor più grave, hanno ottenuto, come riscontrabile dal sistema informatico del SIDI, una bella e comoda presidenza di commissione agli esami di Stato.
La nomina evidentemente errata di questi presidenti , stava disattendendo l’art.5 del D.M. 17 gennaio 2007. L’USR Calabria ricevendo dei ricorsi, da parte di alcuni presidenti titolati ma non nominati, ha dovuto provvedere d’urgenza a rimuovere dagli incarichi assegnati tutti quei presidenti non titolati ad ottenere l’incarico.
Oltre l’evidente ignoranza di chi ha prodotto maldestramente domanda, ci sarebbe da chiedersi: di chi sono le responsabilità di quanto accaduto? Perché l’USR Calabria non ha controllato le istanze di domanda di partecipazione agli esami di Stato? Ci sarebbero anche altri casi anomali, come per esempio la nomina di Presidenti che non posseggono la laurea quadriennale e specialistica.
Cose gravi che non dovrebbero succedere, invitiamo ad una maggiore attenzione, anche perché dalla riconosciuta professionalità delle commissioni d’esame passa la valutazione dei nostri allievi.