Secondo i primi dati in nostro possesso, confermati dalle proiezioni anche di altri sindacati, risulta che l’organico scuola primaria 2014/2015 in Sicilia, dopo i trasferimenti,conti “ben” 80 posti (con la provincia di Trapani che presenta 44 soprannumerari), mentre per la scuola dell’infanzia si prospetta un organico di 115 posti…(da USBSCUOLA)

Questi numeri evidenziano il saccheggio degli organici portato avanti dal Miur in Sicilia e la miopia politica di un ministro che ha pensato bene di approvare il D.M. 356 che prevede lo scorrimento delle graduatorie concorsuali anche per i “non vincitori”, mentre i vincitori dovranno penare non poco per vedere realizzato il loro sogno entro tre anni.

Ricordiamo che in Sicilia i posti a concorso previsti dal bando per i vincitori sono 216 per l’infanzia e 202 per la primaria, fino ad ora non uno di questi posti è stato assegnato in virtù dei ritardi nella pubblicazione delle graduatorie definitive in relazione ai due ordini di scuola; ora che la graduatorie sono pronte, i vincitori del concorso scoprono che circa 40 potrebbero essere i posti per la primaria e circa 60 per l’infanzia (il restante 50% alle GaE).

Questi numeri parlano da soli, evidenziando come la lotta dei precari debba essere orientata a costringere il Miur ad aumentare l’organico ed estendere il tempo pieno, mentre risultano inutili micro-lotte egoistiche e corporative che creano inutili speranze nei “non-vincitori” di concorso quando i vincitori e i precari delle GaE si dividono le briciole.

Ci auguriamo che i precari delle GAE e i vincitori di concorso si uniscano in una lotta contro le politiche del governo sulla scuola, rivendicando il diritto al lavoro e chiedendo l’immediata abrogazione del D.M. 356 del 23/5/2014.

di Usb-Scuola