In ipotesi di dimensionamento/razionalizzazione della rete scolastica, che dispiega effetti dal 1° settembre dell’anno successivo alla data del provvedimento adottato…(da ceripnews)

 

 

 

la gestione degli organici compete al Ds in servizio che a pieno titolo ne determina consistenza e struttura in quanto titolare della scuola fino al 31 agosto dell’anno scolastico in corso.    
A quanto ci è dato sapere, invece, l’interlocuzione Amministrazione-Ds sulla gestione degli organici della scuola dell’infanzia e primaria a Messina sarebbe quanto meno discutibile proprio in un caso di dimensionamento delle scuole dall’anno scolastico 2013/2014.
Parrebbe, infatti, che l’Amministrazione abbia optato per un confronto diretto, quanto arbitrario, con un Ds che avrebbe aspettative di nomina nella futura sede, ma che in atto non ha competenza alcuna, quanto meno fino al 31 agosto prossimo, di entrare nel merito delle scelte adottate dal Ds in atto in servizio. Anche perché è scontato che l’Amministrazione, alla data odierna non può sapere chi sarà il Ds preposto nell’assetto scolastico modificato!
Stante alle doglianze espresse formalmente, l’Ufficio di Ambito Territoriale di Messina – al contrario, almeno nel caso specifico – avrebbe individuato un referente istituzionale per discutere o modificare (sic?) assetti di organico di esclusiva competenza di altro Ds legittimato ad operare fino alla fine dell’anno scolastico.
Se quanto lamentato dovesse trovare formale riscontro, l’iniziativa oltre che discutibile sul piano relazionale, sarebbe soprattutto inopportuna ed azzardata sul piano istituzionale.
(n.b.)