immagine documentoGrazie alla moglie di Bossi, da oggi le famiglie “padane” sanno che la Lega Nord preferisce tagliare il tempo pieno e distribuire buoni scuola che -la Lombardia ne è l’esempio- finiranno per essere utilizzati solo dalle famiglie ricche.


 La scuola della Lega: meglio ignoranti che sudisti

Le proposte leghiste dequalificano l’istruzione e penalizzano le famiglie. Secondo la moglie di Bossi, a scuola è meglio il dialetto che l’inglese…

Dichiarazione di Francesca Puglisi, responsabile Scuola della Segreteria nazionale del Partito Democratico

Grazie alla moglie di Bossi, da oggi le famiglie “padane” sanno che la Lega Nord preferisce tagliare il tempo pieno e distribuire buoni scuola che -la Lombardia ne è l’esempio- finiranno per essere utilizzati solo dalle famiglie ricche. I genitori che vedranno i loro figli impalati a cercar lavoro sulle rive del Brenta, invece di fare proficue esperienze all’estero, potranno ringraziare la Lega che propone di rendere opzionale la lingua inglese alle scuole medie. E i neolaureati nordisti che si vedranno stracciare il curriculum europeo davanti alla faccia, potranno lodare la lungimiranza leghista che chiede l’insegnamento del dialetto anziché delle lingue straniere. Gli insegnanti, infine. La Lega propone “assunzioni locali”: ne deduco che per la Lega sia meglio un docente ignorante che un docente meridionale. Genitori e studenti saranno dello stesso parere?

http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?id_doc=111737