A smentire la Gelmini, la Lega, gli stessi sindacati e in particolare la FGU che con più accanimento degli altri si è battuta contro i trasferimenti a pettine nelle graduatorie dei precari…


 

e ad avvalorare invece la tesi della GEN ( graduatoria ad esaurimento nazionale con libere opzioni territoriali senza limiti provinciali, da noi proposta) non è quel fanatico di un ex sindacalista mediocre di nome Libero Tassella, ma la Ragioneria Generale della Stato.(//) L’attuale modello provinciale delle graduatorie ad esaurimento, nato negli anni settanta ( un secolo fa) e soprattutto ogni ipotesi di congelamento è al di fuori della realtà del Paese oltre che della costituzione. Come avevamo sottolineato nelle premesse all’ipotesi di una graduatoria ad esaurimento nazionale , la Ragioneria ha affermato recentemente che il fabbisogno scolastico crescerà soprattutto nelle regioni settentrionali e centrali per effetto dell’evoluzione demografica , caratterizzata ovviamente dal fenomeno dell’immigrazione, è un modello di simulazione del fabbisogno scolastico 2010 2017 in Italia, ancora una volta la Lega, la Gelmini, i sindacati della scuola con l’ipotesi sventata del congelamento prima ( ricorderete che questo era l’orientamento iniziale di governo e sindacati) del bonus di Pittoni poi, hanno dimostrato strabismo politico e programmatico e lasciatemelo dire sono fuori non del tunnel el el, come dice Caparezza, ma sono fuori del mondo do do
Libero Tassella