alt‘La situazione in cui ci troviamo a lavorare – aggiunge il sindaco di Cinisello Balsamo, Daniela Gasparini (Pd) – e’ davvero insostenibile. Oltre alla fascia, al Prefetto io presentero’ il conto delle spese che il mio Comune paga per far fronte a quei servizi che dovrebbero essere garantiti dallo Stato: dalla mensa per il personale scolastico agli affitti di caserme e tribunali”

 

 


LOMBARDIA: 400 SINDACI RESTITUIRANNO LA FASCIA COME PROTESTA CONTRO I TAGLI AI BILANCI

02 apr. 2010 – Giovedì prossimo 400 sindaci della Lombardia si troveranno davanti alla Prefettura di Milano per restituire la fascia tricolore in segno di protesta contro i continui tagli ai bilanci. Il presidente regionale dell’Anci, Attilio Fontana, che e’ sindaco di Varese, parla di trasferimenti ridotti, vincoli del patto di stabilita’ che portano a scelte ”inaccettabili” e un trattamento non uguale per tutti, come dimostrano gli 80 milioni di stanziamenti per Roma.

”Se bisogna soffrire tutti, soffriamo – spiega il leghista Fontana – ma qua c’e’ qualcuno che soffre e qualcuno che continua a fare il cialtrone. E non va bene. Il taglio al fondo sociale, che per la Lombardia e’ di 20 milioni, gia’ si fa sentire. Siamo costretti a dire no alle legittime pretese dei cittadini”.

Per spiegare la situazione alla gente, i sindaci si troveranno alle 10 in piazza San Babila a Milano, dove hanno deciso di allestire un banchetto, poi andranno alle 11 in Prefettura. ”La situazione in cui ci troviamo a lavorare – aggiunge il sindaco di Cinisello Balsamo, Daniela Gasparini (Pd) – e’ davvero insostenibile. Oltre alla fascia, al Prefetto io presentero’ il conto delle spese che il mio Comune paga per far fronte a quei servizi che dovrebbero essere garantiti dallo Stato: dalla mensa per il personale scolastico agli affitti di caserme e tribunali”. (Ansa).